Posts

Es werden Posts vom März, 2013 angezeigt.

Paesi con banche più grandi dell'economia

Cipro ha un sistema bancario 7,8 volte più grande del Pil. Troppo. Infatti appena dalla Grecia è arrivata una scossa di terremoto, l'intero Paese è crollato.L'Irlanda ha banche 5,3 volte più grandi del Pil. E infatti alla prima scossa, arrivata in questo caso dal mercato immobiliare, gli istituti di credito sono collassati insieme allo Stato. In Spagna il sistema creditizio è 4,3 volte più grande del Paese. E infatti anche Madrid ha dovuto chiedere aiuti. Insomma: banche troppo grandi diventano, in tempi di crisi, buchi troppo grandi per gli Stati.

Fisco, in Italia tasse sui salari al 47,6% contro una media del 35,6%del OCSE

L'Italia resta al sesto posto nella classifica Ocse sul peso delle tasse sui salari. Il cosiddetto cuneo fiscale in Italia, per un single senza figli, è al 47,6%. Lo rileva l'Ocse nel rapporto «Taxing Wages» per il 2012. Il nostro Paese sale addirittura al quarto posto per peso della tassazione sul salario nel caso di una famiglia con un reddito e due figli, con un cuneo al 38,3%.Entrambi i dati sul peso delle tasse sul salario sono superiori alla media Ocse, che è rispettivamente del 35,6% per un single senza figli e del 26,1% per una famiglia con un reddito e due bambini. L'Italia ha inoltre fatto registrare un ritmo di crescita del cuneo fiscale leggermente superiore a quello della media dei Paesi Ocse, di 0,8 punti percentuali dal 2009 al 2012, contro 0,6, per i single, e di 1,4 punti percentuali, contro 1,1, per le famiglie monoreddito con due figli.
Nella classifica dell'organizzazione parigina sulla tassazione del salari dei single senza figli, l'Italia è d…

Gli Agricoltori chiedono lo stato di crisi

CATANIA - Il vuoto di reddito nelle famiglie dei braccianti rende la situazione sociale incandescente. Per questo lavoratori e sindacati chiedono un impegno concreto ai parlamentari nazionali e regionali. In particolare, l'assicurazione per la proroga delle giornate in caso di calamità, e un provvedimento che escluda dalla legge di riforma del mercato del lavoro i braccianti agricoli.Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil di Catania scrivono una lettera aperta sollecitando "un impegno concreto alle istituzioni", "un incontro urgente per discutere sulla crisi dell'agrumicoltura catanese" per "proclamare lo stato di crisi del settore agrumicolo catanese; individuare interventi mirati a sollevare dall'immediata povertà i braccianti agricoli e con ciò alleviare i futuri disagi economici legati ad eventuale insufficiente erogazione di indennità di disoccupazione".
Fai, Flai e Uila sottolineano che "la missiva non manifesta a sufficienza lo stato di p…

EU, l' Italia il paese con più crisi economica nel 2012

Nel 2012 l'Italia è il Paese dove lo stress finanziario ha avuto le conseguenze maggiori: è quanto si legge nel rapporto di Bruxelles sull'occupazione. "Lo stress economico ha avuto ripercussioni in Bulgaria, Cipro, Irlanda, Portogallo, Grecia, Spagna e soprattutto Italia, dove è salita al 15% la popolazione in difficoltà economica".
E la crisi ha avuto effetti particolarmente negativi per l'Italia anche in termini di produttività e di occupazione. "In seguito a crescita debole o negativa cala la produttività in Ue e l'Italia ha fatto registrare di gran lunga il suo calo più accentuato - prosegue il rapporto Ue - : -2,8% nell'ultimo trimestre 2012, dopo il calo ancora più forte del 3% del precedente trimestre". Il nostro risulta anche il Paese, tra quelli più grandi d'Europa, dove la disoccupazione nell'ultimo trimestre 2012 ha subito l'accelerazione più marcata rispetto al trimestre precedente (+0,5%), seguono Polonia (+0,3%), Spagn…

Entro Gennaio 2014 entra in vigore la nuova PAC

La Politica Agricola Comune (PAC) Europea per il periodo 2014-2020 potrebbe entrare in funzione tra qualche mese. Sono iniziate da alcuni giorni le consultazioni finali ma il testo è ormai stato elaborato. Quali implicazioni per i paesi in via di sviluppo e la loro sicurezza alimentare?

Entro Gennaio 2014 dovrebbe entrare in funzione la nuova PAC, l'unica grande politica comune europea. La concertazione, cominciata nel 2008, ha interessato tutti i paesi UE ed ha coinvolto migliaia di associazioni di categoria. Ma c'è anche chi, come i paesi in via di sviluppo, pur non facendo parte dell'Europa, guarda con timore a decisioni che hanno ricadute globali enormi.

La Regione Sicilia riscia il default

PALERMO - È allarme bilancio alla Regione siciliana tanto che nei corridoi dell'Assemblea regionale c'è chi rispolvera lo spauracchio del default, incubo che aveva scandito gli ultimi mesi del precedente governo Lombardo. In ballo c'è un buco da coprire di quasi tre miliardi di euro: 1,9 di tagli a trasferimenti per quest'anno e un miliardo di disavanzo dell'anno scorso.

Siamo alle finali, la Sicilia elimina le provincie

Abolite le Province regionali in Sicilia. L'Ars ha appena approvato un maxi-emendamento della maggioranza che sospende le elezioni previste a fine maggio; manca solo il voto finale al Ddl. Gli enti saranno commissariati ed entro l'anno dovranno essere sostituiti, con una nuova legge, da liberi consorzi di comuni.Il maxi-emendamento a firma dei capigruppo di Pd, Udc e lista Crocetta, è stato approvato con 53 sì e 28 no, con voto segreto. Il gruppo 5Stelle ha votato in linea con la maggioranza. Seduto nei banchi del governo, il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, ha accolto la votazione con un applauso.
Per i consorzi dei comuni sono previste elezioni di secondo grado, dunque i componenti saranno indicati dai sindaci e non ci saranno più elezioni per presidenti di Provincia e consiglieri.
Il voto finale, che sarà anticipato dalle dichiarazioni di voto, è stato rinviato a domani, alle 16, dal presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone.

Crocetta: nessun rischi…

I politici siciliani, non rinunciano ai privilegi

Il presidente Crocetta dice che non si taglia un bel nulla, perchè i soldi gli servono per pagare la campagna elettorale che ha fatto. Gli assessori, tranne qualcuno che ha annunciato che farà beneficenza (Battiato, che per la verità non si capisce quando, però, farebbe l'assessore), stanno incassando regolarmente quel che passa il convento e non risulta abbiano fatto a meno di privilegi, di benefit e di tutto ciò che da sempre caratterizza i governanti dell'Isola. Poi ci sono i deputati, i capigruppo, i capi microgruppi, i segretari, le segreterie, le segretarie. Anche qui, rispetto agli annunci della campagna elettorale, quando molti annunciavano che avrebbero rinunciato al superfluo, tutti si sono accorti che superfluo non ce n'è, è tutto indispensabile alla loro sopravvivenza politica. Il quadro emerge chiaro da quel che ha pubblicato nei giorni scorsi la Gazzetta ufficiale della Regione, il supplemento con i costi dei vari assessorati e degli assessori, i rimborsi, le…

Bonus del 50% per il fotovoltaico

L'installazione di impianti fotovoltaici rientra tra gli interventi che possono fruire delle detrazioni fiscali Irpef al 50% per le ristrutturazioni edilizie. Lo conferma l'agenzia dell'entrate che, con nota del 14 marzo 2013, ha accolto l'istanza di consulenza giuridica presentata da Anie Confindustria lo scorso ottobre. Le Entrate confermano così la precedente interpretazione fornita dalla stessa Agenzia con il parere 2012/137364 (si veda Il Sole 24 Ore del 30 gennaio 2013).
"L'istanza - spiega Anie – chiedeva la corretta interpretazione dell'articolo 16 bis del Dpr 917/86 e in particolare che la detrazione già applicabile ai lavori di ristrutturazione per gli impianti elettrici, di riscaldamento e idraulici, potesse essere estesa anche alle spese sostenute per l'acquisto e l'installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica fino a 20.
Secondo Maria Antonietta Portaluri, direttore generale di Anie, "la risposta va…

Classifica Top 100 dei consumi, primi Barilla, Ferrero..

I Top 100 del largo consumo chiudono un anno difficilissimo, segnato dall'erosione del potere d'acquisto delle famiglie italiane e dalla tentazione di riempire sempre di più carrelli con prodotti non di marca. Il risultato finale è che nel 2012 i 65 gruppi dell'alimentare e dei prodotti per la pulizia della persona e della casa hanno perso fatturato. E solo 8 hanno strappato una crescita a due cifre: Mutti, Divella, Veronesi, Fonti di Vinadio, Zuegg, Caviro, Kimbo e Amadori. Complessivamente il valore delle forniture ha raggiunto i 22,3 miliardi (-0,7%).La classifica dei fatturati Top 100 nella gdo elaborata da SymphonyIri Group fornisce un'idea dei trend delle singole aziende anche se non sempre è corretto confrontarle perché, a volte, alcuni business sono diversi; altre volte la crescita del fatturato riflette soltanto un trasferimento a valle dell'aumento delle materie prime, come nei settori del caffé e del vino.

Approvati provvedimenti a favore dell'agricoltura Sicilia

La giunta della Regione siciliana ha deliberato ieri provvedimenti nel settore dell’Agricoltura. Si tratta del Fondo unico per il credito in agricoltura e pesca; Osservatorio per equita’ e giustizia per le filiere agroalimentari; Aggregazione e ricomposizione fondiaria per gli agricoltori; Agricoltura sociale; Tutela delle risorse genetiche per l’agricoltura e la zootecnia e la valorizzazione dell’ agricoltura BORN in Sicily; Riorganizzazione assessorato Risorse Agricole e alimentari con diminuzione dei dipartimenti e piu’ efficiente distribuzione delle competenze e degli enti collegati all’agricoltura; Valorizzazione turistica delle aree protette siciliane; Proposta del nuovo piano faunistico in un’ottica di gestione faunistica del territorio come approvato dall’assessorato delle Risorse Agricole con il parere di valutazione del piano strategico dell’assessorato Territorio e Ambiente. Inoltre – conclude la nota della Regione – e’ stata eliminata la possibilita’ di cacciare nel deman…

Alcune proposte di Crocetta sl settore agricolo

Fondo unico per il credito in agricoltura e pesca; Osservatorio per equità e giustizia per le filiere agroalimentari; Aggregazione e ricomposizione fondiaria per gli agricoltori; Agricoltura sociale; Tutela delle risorse genetiche per l’agricoltura e la zootecnia e la valorizzazione dell’ agricoltura BORN in Sicily; Riorganizzazione assessorato Risorse Agricole e alimentari con diminuzione dei dipartimenti e più efficiente distribuzione delle competenze e degli enti collegati all’agricoltura; Valorizzazione turistica delle aree protette siciliane; Proposta del nuovo piano faunistico in un’ottica di gestione faunistica del territorio come approvato dall’assessorato delle Risorse Agricole con il parere di valutazione del piano strategico dell’assessorato Territorio e Ambiente. Inoltre è stata eliminata la possibilità di cacciare nel demanio forestale.

In Sicilia la crisi soffoca il tessuto imprenditoriale

CATANIA - Il dato percentuale siciliano che tutti indicano è perfettamente in linea con le più nere previsioni nazionali: nel 2013, stando ai numeri di questi primi mesi, rischiano di sparire qualcosa come il 25/30% di attività commerciali. E’ vero che ce ne sono anche molte che aprono, ma da tempo ormai la mortalità delle aziende è di gran lunga superiore alla natalità. E quelle che aprono non è che abbiano prospettive di vita lunghe come un tempo.

Via libera in Sicilia alle trivellazioni

È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto del ministero dello Sviluppo economico Corrado Passera, firmato lo scorso 27 dicembre, che stabilisce l'ampliamento della zona C in Sicilia per la ricerca e la coltivazione degli idrocarburi in mare. Secondo quanto si legge "l'area oggetto di ampliamento costituisce parte della piattaforma continentale italiana" e si estende "a est nel Mare Ionio meridionale, e a sud-est nel Canale di Sicilia".
Inoltre, "a decorrere da tre mesi dalla data di pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea i soggetti interessati possono presentare istanze di permesso di prospezione o di ricerca per idrocarburi liquidi e gassosi ai sensi delle norme vigenti".

Conferenza del Ministro delle Politiche Agricole

“Il negoziato per il rinnovo della Pac si sta avviando alla fase conclusiva. Rivendico la correttezza di un trasferimento di budget dagli aiuti diretti ai fondi per lo sviluppo rurale”. Lo ha affermato il ministro per le Politiche agricole, Mario Catania, intervenendo presso la sede del Mipaaf a Roma al Consiglio nazionale Unaga (Unione nazionale della stampa agroalimentare e ambientale, gruppo di specializzazione Fnsi), nel cui ambito rientra l’attività di ARGAV.

Sicilia, arrivano anche le patate novelle dal Africa

Dopo la liberalizzazione di pomodori e agrumi, l'arrivo delle patate novelle fa infuriare la categoria

L'agricoltura siciliana continua a subire ingenti danni a causa della liberalizzazione degli scambi tra Unione europea e paesi del nord Africa. Se non era bastata l'apertura al pomodoro e agli agrumi, che hanno invaso il mercato comunitario penalizzando le produzioni italiane e siciliane in particolare, ora sono le patate novelle di origine magrebina a determinare un dannoso eccesso di offerta.Confagricoltura Sicilia è infuriata: «La comunità economica europea, che è sempre molto vigile sulla correttezza della concorrenza nei territori degli stati membri – sottolinea il presidente Francesco Natoli – non valuta invece quanto le misure di liberalizzazione favoriscano largamente i flussi di importazione. Solo due esempi di questa disattenzione: non sono stati istituiti gli strumenti comunitari in grado di verificare il rispetto delle concessioni accordate, e non è stata cer…

Facebook, conosce i nostri gusti e modi di navigare

La privacy non alberga su Facebook. E' quanto dimostra una ricerca pubblicata sulla rivista PNAS. Si tratta di un "calcolatore" di personalità che svela chi sei, dall'orientamento sessuale e politico, a razza, età, quoziente intellettivo, uso di droghe, semplicemente leggendo i "mi piace" che posti sulla tua pagina facebook.
Lo studio è importante perché mostra come è facile carpire informazioni private di una persona da quel che fa sui social network e inoltre mostra che dei tratti costanti della personalità sono associati a certi "mi piace", per esempio l'intelligenza è associata alle preferenze per certa musica, spiega Michal Kosinski dell'università di Cambridge, autore del lavoro.

Un'agenzia siciliana riscuote le tasse in Veneto assessore leghistainsorge: "Una provocazione"

Il Veneto insorge e bolla per bocca dell'assessore leghista al Bilancio, Roberto Ciambetti come "una provocazione" il fatto che l'Anas si rivolga a un'agenzia siciliana per riscuotere in regione la tassa sul passo carraio. "Da quanto viene segnalato da tanti cittadini disorientati - racconta Ciambetti - l'Anas si è affidata in Veneto a un'agenzia siciliana per il recupero dei crediti sui passi carrai, tassa, ricordo, contestata, e questo affidamento ha ulteriormente alterato gli animi di cittadini onesti sempre più esasperati oltre che tartassati: è possibile, mi chiedo, in un momento in cui le famiglie non ce la fanno ad arrivare alla fine del mese insistere sul pagamento di una imposta contestata?".

In Sicilia la corruzione dilaga nella politica

"La corruzione in politica è un fenomeno diffuso. Per questo il legislatore ha messo in campo misure finalizzate a un controllo più efficace sulla gestione delle risorse pubbliche per impedire l'ulteriore verificarsi di gravi episodi di cattiva amministrazione, sintomatici di un preoccupante calo di tensione morale nella politica e nella gestione della cosa pubblica". Lo ha detto il procuratore regionale Guido Carlino in occasione della cerimonia di apertura dell'anno giudiziario 2013 della Corte dei conti per la Sicilia.Lo scorso anno sono state aperte 5.450 istruttorie, a 375 persone sono stati contestati un danno erariale di 114.314.637,97. A chiusura della attività istruttoria, la Procura regionale ha depositato 105 atti di citazione in giudizio a carico di 200 soggetti, per un danno erariale accertato di 65.110.051,08 di euro; la Procura ha ottenuto condanne per 86.595.310,48 milioni di euro.

Il Mercato del Olio di Oliva nel Web

Che le aziende italiane siano in ritardo rispetto ai competitor internazionali rispetto all’utilizzo del web e dei social media per la comunicazione istituzionale è fatto noto. Scoprire però che sono indietro anche le aziende di un settore in cui l’Italia è leader nel mondo è un dato che dovrebbe farci riflettere sui motivi di tale arretratezza e – ancor di più – sulle sue conseguenze. Il settore in questione è quello oleario non industriale, dove un’attività di comunicazione efficace è indispensabile per supportare l’alta qualità del prodotto.
Per lo studio abbiamo analizzato circa 100 fra distributori e produttori di olio d’oliva italiani e internazionali, valutando fra le altre cose presenza social, customer care e vendita online, campi in cui – come vedremo – le aziende italiane sono molto spesso indietro rispetto a quanto accade invece all’estero, ad esempio in Spagna, Stati Uniti o Sudamerica.
Partiamo dalla presenza social. I dati raccolti mostrano come all’estero quasi il 70%…

La CNA Siciliana, scrive a crocetta per ex serit

PALERMO - Giuseppe Cascone, presidente della Cna siciliana, che ha scritto una lettera al presidente della Regione Rosario Crocetta proprio per sollecitare un incontro sui problemi derivanti dall'atteggiamento della ex Serit, oggi Riscossione Sicilia spa.
"Il comportamento della Serit, che continua a tormentare famiglie e imprese con notifiche, ingiunzioni, fermi amministrativi e ipoteche, sta soffocando sia l'economia sana della Sicilia, sia il bilancio della Regione: per questo chiediamo l'intervento del presidente Crocetta, che però fino ad ora ha evitato il confronto su questo tema".
"In questo modo - scrive Cascone - si sta bloccando l'accesso al credito e la regolarità contributiva. Le imprese vogliono pagare, ma non possono sopportare un carico opprimente di sanzioni, interessi e aggi. Percentuali significative di queste somme si possono recuperare solo rivedendo con urgenza tutte le norme che regolano la riscossione. Lei, presidente, grazie alla…

Disoccupazione agricola, una speranza per i giovani

Che la disoccupazione fosse ormai un'emergenza su scala nazionale era noto, ma ora lo certificano, nero su bianco, i dati dell'Istat: nel 2012 il tasso di disoccupazione ha raggiunto il 10,7%. Era l'8,4% nel 2011.

"Questo incremento - certifica l'Istituto nazionale di statistica - è dovuto in quasi sei casi su dieci a quanti hanno perso la precedente occupazione". Colpito tutto il territorio, con il Sud in profondo rosso, al 17,2%. Va particolarmente male per i giovani, il cui tasso di disoccupazione cresce di 6,2 punti percentuali, arrivando al 35,3%, con un picco del 49,9% per le giovani donne del Mezzogiorno.In un panorama così nero, un raggio di luce viene dall'agricoltura. "Il comparto - ha detto la Cia - Confederazione italiana agricoltori - è riuscito a evitare l'emorragia e a mantenere sostanzialmente stabile il numero di addetti, a dispetto di tutti i problemi che condizionano la competitività delle aziende".
In controtendenza, il …

Torna nelle mani del comune un pezzo di San berillo

Catania, rimosso parcheggio abusivo in centro
CATANIA - Quasi sessanta anni dopo la demolizione del vecchio quartiere San Berillo di Catania, torna nella pubblica disponibilità un'area di circa 3.500 metri quadrati all'incrocio tra le vie Ventimiglia e Maddem. Operatori del Comune e di Sostare, assistiti da agenti della polizia municipale, hanno installato i cartelli di divieto di sosta e di transito con la rimozione del mezzo per chi non ottempera all'ordinanza. Da parecchi anni utilizzata privatamente, l'area è infatti destinata a mercato pubblico secondo il progetto approvato nello scorso mese di novembre, con la firma della convenzione tra le parti. Nonostante il passaggio della proprietà al Comune e diverse intimazioni ai gestori al bonario rilascio dell'area, il parcheggio ha invece proseguito la sua attività abusivamente.Tutti i veicoli sistemati nella vasta area nel cuore di Catania entro due giorni dovranno essere rimossi, perché in caso contrario lo farà …

Catania: la procura si trova in una situazione insostenibile

CATANIA - "Siamo in una situazione difficile. L'organico del personale amministrativo della Procura etnea, che noi già riteniamo ampiamente sottostimato, non è coperto per una percentuale rilevante. Chi va in pensione non è sostituito. L'età media è di oltre 54 anni. Abbiamo cercato di sopperire ma non possiamo spremere questo limone oltre un certo limite". Il procuratore di Catania Giovanni Salvi ha lanciato l'allarme durante un incontro con i giornalisti ai quali ha illustrato il lavoro organizzativo dell'ufficio nel secondo semestre del 2012 e le prospettive per il semestre in corso. Salvi ha parlato di una "situazione logistica e delle risorse umane insostenibile", di fondi per il lavoro straordinario, di sezioni di polizia giudiziaria che sono "neglette dalle loro amministrazioni e non ricevono alcun supporto organizzativo".Il capo dell'ufficio ha anche affrontato il tema dei locali della Procura, 11 oltre alle due sedi di piazza …

Strategie d'attuare tra 2014-2020 nell'agricoltura siciliana

Meno risorse, meno assi di intervento, ma maggiore contribuzione per ogni singola azione ed una programmazione che parta dal basso. E’ la strategia della Regione siciliana in vista della nuova programmazione comunitaria 2014 – 2020 in agricoltura. Una sfida nuova dopo le tante difficoltà mostrate dalla Sicilia nell’impiego delle risorse dei passati programmi compreso quello in corso. Difficoltà, in realtà, mostrare meno in agricoltura che in altri settori, ma comunque esistenti.

Prodotti Dop e Igp, un mercato da 54 MLD di Euro

I prodotti alimentari europei a denominazione d'origine valgono 54 miliardi di euro e rappresentano il 5,6% del totale vendite di prodotti food europei e il 15% delle esportazioni comunitarie di alimentari e bevande. È quanto è emerso dallo studio realizzato dalla Commissione Ue (prendendo in esame 2.768 etichette registrate nel 2010) sul valore dei prodotti alimentari a denominazione d'origine presentato oggi e che attraverso i numeri chiarisce l'importanza del settore dei prodotti alimentari di qualità sia in assoluto che in relazione alle performance di export.

Il 65% delle famiglie ritiene il proprio reddito insufficiente

FOTO ANSA
17:41 - Il 65% delle famiglie italiane valuta che il proprio reddito sia inferiore al necessario. E' l'allarme lanciato da Bankitalia in due studi in cui avverte che in crisi sono soprattutto giovani e affittuari. Secondo i dossier, è aumentata anche la quota di coloro che hanno un reddito insufficiente a coprire i consumi.
Difficile riuscire a risparmiare - Nel complesso dagli studi emergono "chiari segnali di difficoltà delle famiglie nel riuscire a risparmiare la quantita' di risorse desiderata: la quota di quelle che ritengono di avere effettive possibilità di risparmio si è collocata su livelli storicamente bassi, intorno al 30% dalla metà dello scorso decennio (contro il 50% degli inizi degli anni '90).

Catania, ottica Angelucci in mano alla mafia

CATANIA - Ostaggi della mafia, che pretendeva soldi e assunzioni di familiari nei negozi Angiolucci. La procura di Catania ha svelato il maccanismo di usura ed estorsioni che per anni ha tenuto ostaggio i titolari di una delle attività di ottica tra le più note a Catania e in Sicilia. Mercoledì scorso, la squadra mobile di Catania su delega della Procura ha eseguito tre ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di Garozzo Giuseppe, 64 anni, detto “Pippu ‘u maritatu”, pregiudicato, già detenuto; Carmeci Francesco 43 anni, detto “Franco Pacchianella” o “Aquila”, pregiudicato, già detenuto; Guerreri Giovanni, 56 anni, detto “Giovanni Zorro” o “Testa rossa”, pregiudicato, già detenuto.

Autocertificazione energetica addio, nuove norme

Per vendere un immobile o trasferirlo a titolo oneroso, così come per le nuove costruzioni e le ristrutturazioni integrali, il certificato energetico è sempre necessario. Ma la classe energetica va inserita anche negli annunci di affitto e l'attestato serve in caso di demolizione e ricostruzione. E adesso non c'è più neppure la "scappatoia" dell'autocertificazione in classe G.

Aumento della benzina, oltre mille euro in più i spesa

ROMA - Aumento immediato delle accise sui carburanti e ulteriore aumento dal 2013. E' una delle misure che trovano spazio nella manovra firmata dal capo dello Stato Giorgio Napolitano. E' vero che si registra un'ondata di ribassi sulla rete carburanti, ma l'impatto delle misure contenute in manovra sarà di aumenti di +10 cent per la benzina, +13,6 cent per il diesel.

L'Italia paga la truffa dei nitrati, Unione europea presenta ilconto....(un ulteriore spreco in agricoltura)

Si continua in questi giorni a discutere della direttiva Nitrati e delle difficoltà nella sua applicazione. Aver rinviato l'applicazione al 2014, in attesa di una revisione delle aree definite vulnerabili, è motivo di contenzioso con Bruxelles che già il 18 gennaio ha chiesto chiarimenti all'Italia.

Agroenergie, il futuro dell'agricoltura boom di impianti +44%

Le agroenergie sono più forti della crisi.

Secondo i dati elaborati dal Gse, infatti, cresce il numero degli impianti in Italia (+44% nel 2012 rispetto all’anno precedente) e anche la potenza installata, seppure in misura inferiore (+12 per cento).Tenendo presente che si tratta di affreschi estremamente liquidi e soggetti ad una progressiva implementazione, le fonti rinnovabili agricole hanno portato ad avere circa 2.800 MW installati, per una produzione di energia di quasi 9mila Gwh.Certamente la dote assegnata alla voce aiuti per le rinnovabili, vicina a 1,5 miliardi di euro nel 2012, ha rappresentato un bel turbo all’espansione delle green Energy.

Estrazione e Conservazione dell'olio di oliva, alcuni consigli

I fenomeni ossidativi, espressi dal numero di perossidi, sono responsabili insieme a composti di degradazione secondari, del difetto del rancido dell’olio. Fattori scatenanti gli enzimi della lipossidasi, la luce e temperature sopra i 15 °C

Il numero di perossidi esprime il grado di alterazione ossidativa primaria di un olio da olive senza tener conto dell'eventuale presenza anche di composti di degradazione secondaria che si percepiscono sensorialmente con odori e aromi sgradevoli identificabili con il difetto di rancido.

CIA e Confagricoltura chiedono proroga patentino agricolo

Sulle nuove norme relative al patentino per le macchine agricole che entreranno in vigore dal prossimo 12 marzo, è indispensabile una proroga per poter ricercare le soluzioni adeguate e sostenibili per l'agricoltura.La richiesta arriva da Cia, Confederazione italiana agricoltori e Confagricoltura, in una lettera inviata ai ministri delle Politiche agricole, Mario Catania, e del Lavoro Elsa Fornero, e al presidente della Conferenza delle Regioni e Province autonome Vasco Errani.
Negativo il giudizione delle organizzazioni agricole in merito all’accordo Stato-Regioni che introduce l’abilitazione all’utilizzo dei trattori e di altri macchinari e alla legge di stabilità che comporta la revisione delle macchine agricole.

Olio dop, tanti riconoscimenti ma poche produzioni

È un quadro di luci e ombre quello che emerge dal rapporto Qualivita/Ismea sulle produzioni olearie certificate: con 48 denominazioni rappresentano il 17% delle dop e igp italiane, ma incidono solo per l’1% sul valore complessivo

La qualità non conosce crisi. I prodotti agroalimentari a denominazione sfiorano i 12 miliardi di euro di fatturato al consumo, una cifra in crescita del 5,3% rispetto allo scorso anno. Ancor più positive le performance del fatturato alla produzione, 6.5 miliardi di euro, in aumento del 6,9% sul 2011, <> ha spiegato il presidente di Ismea, Arturo Semerati, alla presentazione del decimo rapporto Qualivita/Ismea sulle produzioni di qualità certificata.

L'Olio dell'area mediterranea, viene testato in U.S.A

Una delegazione della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti, che deve informare contemporaneamente anche il Congresso e la Casa Bianca, è in missione nei Paesi Mediterranei produttori di olio extravergine di oliva per esaminare la qualità di quello importato negli USA, dato che il 95% di quanto consumato proviene dall'estero. I delegati della Camera degli Stati Uniti, cinque esperti, stanno incontrando produttori grandi e piccoli, società di import-export in Spagna, Italia e Grecia.
Le regole dell'olio
"La presenza di questa delegazione è un fatto storico perché l'America per la prima volta sta pensando di definire la qualità e le regole sull'olio extravergine di oliva consumato", riporta il giornalista americano Tom Mueller autore del libro Extravirginity sull'olio d'oliva, che tanto scalpore ha fatto negli USA al punto da indurre il Congresso a istituire un Comitato che chiarisca caratteristiche e qualità dell'olio d'oliva importato.…

Istat fotografa l'Italia ecco i dati.

Il rapporto debito-pil italiano nel 2012 ha raggiunto il 127% al lordo dei sostegni ai Paesi dell'area euro. Lo comunica l'Istat dicendo che si tratta del livello più alto dal 1990, anno di inizio delle serie storiche confrontabili. Nel 2011 il debito era al 120,8% del pil. Il pil reale nel 2012 è sceso sotto i livelli del 2001, annullando la risalita dei due anni precedenti. Crollano i consumi delle famiglie mentre la pressione fiscale sale al 44%.
Insomma, dai dati che fotografano l'economia emerge un ritratto del Paese molto critico. Nell'ultimo anno i consumi sono scesi del 4,3%, mentre i parametri che misurano i conti pubblici non sono rassicuranti.

Oggi, ultimo giorno per il ponte sullo stretto

Conto alla rovescia per il destino del Ponte sullo Stretto di Messina. Alla mezzanotte di domani scade infatti il termine per l'atto aggiuntivo tra la concessionaria Stretto di Messina e il contraente generale Eurolink (guidato da Impregilo) e se le due società non raggiungeranno un accordo, naufragherà con esso anche il sogno del Ponte. Per ora, ha spiegato il ministro Corrado Passera, non ci sono stati "segnali concreti" e "quindi la scadenza andrà non rispettata".Clicca Mi Piaci su Facebook

Stop accordo euromediterraneo con il Marocco

Il Governo regionale trova l’appoggio della Commissione Agricoltura Ars nelle azioni risolutive che vanno attivate per bloccare i contenuti dell’accordo euromediterraneo con il Marocco. E’ stata infatti approvata in commissione la mozione presentata dall’on. Nello Dipasquale con cui, alla luce dell’imperante crisi economica, è possibile far scattare le norme di salvaguardia contenute nell’articolo 7 dell’accordo stesso siglato nel febbraio 2012 tra l’Unione Europea e il Marocco.