Posts

Es werden Posts vom Februar, 2013 angezeigt.

Ecco come grillo, vuole governare...Sicilia

Oltre 100 atti ispettivi, nove disegni di legge in gran parte sulla riduzione dei costi della politica, mozioni di peso come quella sul 'no al Muos' (il radar Usa a Niscemi), decine di professionisti che li affiancano nel loro lavoro e a titolo gratuito, commissioni parallele composte da attivisti impegnati a fianco dei deputati.

E' il modello Sicilia che Beppe Grillo vuole esportare in Parlamento: protagonisti i 15 deputati del Movimento Cinque Stelle dell'Assemblea regionale siciliana, che tra qualche giorno riconsegneranno all'amministrazione il 70% delle loro indennità di febbraio, come hanno già fatto con le prime due mensilità, con lo scopo di finanziare un fondo per il microcredito alle imprese.

Un idea di Urbanizazione 2^parte

Tale sistema riflette i tre aspetti principali dello sviluppo urbano: pianificazione, collegamenti e finanziamenti. Una scoperta importante riguarda il fatto che, a prescindere dal livello o dalla velocità di urbanizzazione, la pianificazione per la gestione del territorio debba essere la priorità assoluta. Definendo chiaramente i diritti di proprietà e implementando efficaci sistemi sul territorio che siano coordinati con le infrastrutture, soprattutto con il sistema di trasporto, i policy maker possono aiutare le città ad attirare investimenti privati, creare collegamenti tra le persone e i posti di lavoro, ridurre i rischi sociali e ambientali e diminuire la vulnerabilità ai pericoli naturali.

Un idea di Urbanizzazione...1^parte

WASHINGTON, DC – Il mondo in via di sviluppo sta sperimentando una rapida urbanizzazione, con il numero di cittadini destinato a toccare i quattro miliardi nel 2030, raddoppiando il livello del 2000. Ma lo sviluppo urbano non pianificato e non coordinato è rischioso e minaccia di sostituire le speranze di una vita migliore dei migranti con condizioni di vita malsane, disoccupazione e un’elevata esposizione ai disastri naturali.

Per certi versi l’urbanizzazione è razionale. Dopo tutto, le città sono centri di prosperità, dove si concentra oltre l’80% dell’attività economica globale. E la loro densità facilita la fornitura di servizi pubblici, tra cui istruzione, sanità e servizi di base. In effetti, costa 0,70-0,80 dollari per metro cubo fornire acqua potabile alle aree urbane, rispetto ai 2 dollari necessari per le aree scarsamente popolate.

Sicilia:Chi paga i danni del nubifragio a Catania

In seguito al violento nubifragio abbattutosi giovedì scorso a Catania (LEGGI), il Codacons presenterà a un esposto alla Procura etnea per valutare se erano stati adottati tutti i sistemi di prevenzione previsti.
Ad annunciarlo è stato l’avvocato Giovanni Petrone, Presidente Regionale Codacons che, alla luce dei pericoli prodotti dall’acqua piovana caduta copiosa giovedì nella città dell’elefante, cerca di prevenire ulteriori situazioni di rischio e di disagio per i cittadini e di verificare se dovevano essere allertati gli abitanti.
L’avvocato Bruno Messina, Dirigente dell’Ufficio Legale Regionale dell’associazione ed incaricato della redazione dell’esposto, a seguito delle numerose segnalazioni pervenute, dichiara che non si può certo tacere sull’episodio che ha coinvolto l’intera città di Catania,

Unione europea, gli under 27 uno su tre rischiano....

12:46 - Nel 2011 il 27% dei minori di 18 anni sono stati a rischio di povertà e di esclusione sociale. Sono i dati resi noti da Eurostat. L'Italia supera la media Ue col 32,3%. I minorenni sono più a rischio rispetto ad altre categorie, per cui i dati sono comunque preoccupanti: nel 2011 erano in questa situazione circa un quarto degli adulti (24%) e il 21% degli anziani (over 65).
A essere ancora più a rischio sono quei minorenni i cui genitori hanno un basso titolo di studio: in questa categoria quelli a rischio povertà sono la metà (Italia 46,3%), contro il 22% di chi è figlio di genitori diplomati (Italia 22,6%) e il 7% di chi è figlio di laureati (Italia 7,5%).

Problematica anche la situazione per i figli degli immigrati (dove almeno uno dei due genitori non è originario del paese di residenza), dove uno su tre (32%) è esposto a condizioni economiche difficili. I Paesi in cui la situazione dei minorenni è più dura sono Bulgaria (52% a rischio povertà), Romania (49%), Lettonia…

Affluenza alle urne, elezioni 2013

Si conferma la tendenza al ribasso rispetto alle Politiche del 2008 (80,68%). Nell'Isola, il dato nella zona occidentale si ferma al 62,78% (contro il 73.86%), in quella orientale al 66,13% (76,08%)
25/02/2013
ROMA - Si conferma la tendenza al ribasso dell'affluenza alle urne per le Politiche rispetto a quelle del 2008. Secondo i dati forniti dal Viminale per 8.040 Comuni su 8.092, si è recato a votare per la Camera il 75,16% degli aventi diritto, rispetto all'80,68% delle precedenti elezioni nazionali.

Dati votazioni italiane real time

18:14 Proiezioni Ipr: al Senato il centrosinistra al 31,8%, centrodestra al 30,2%
Secondo la terza proiezione Ipr Marketing per Mediaset, il centrosinistra al Senato è al 31,8%. Il centrodestra è al 30,2%. Il M5S al 24,4% e La lista "Con Monti per l'Italia" al 9,3%.

I numeri degli italiani al voto, primo giorno

22:00 Chiusi i seggi, riapriranno domani alle 7
Si sono chiusi in tutta Italia alle 22 i seggi per le elezioni per rinnovare il Senato della Repubblica e la Camera dei Deputati. Le sezioni elettorali torneranno ad aprirsi domani, dalle 7 alle 15. Gli italiani chiamati alle urne sono oltre 50 milioni. In Lombardia, Lazio e Molise gli elettori sono chiamati al voto anche per le regionali.
22:16 Affluenza, alle 22 dato in forte calo
Frena ancora l'affluenza alle urne per le elezioni per il rinnovo della Camera dei Deputati. Alle 22, quando sono giunti al Viminale i dati di 2.753 comuni su 8.092, si è recato alle urne il 52,63% degli aventi diritto, contro il 60,96% del 2008. Il calo è, al momento, di quasi otto punti. Alle 19 l'affluenza era del 46,80%.

Dati rilevati da Tgcom24

Ha vinto 13 dei 15 premi, l'olio italiano è il più buono al mondo

Tredici medaglie sulle quindici assegnate all'olio d'oliva di qualità sono tricolore. Questo l'esito di una sorta di campionato del mondo per gli oli extravergine d'oliva, il Sol d'Oro. L'undicesima edizione del premio si è svolta a Veronafiere. In competizione oltre duecento campioni di nove Paesi sotto l'occhio scrupoloso di giudici internazionali
Vittoria in casa – Tanti i Paesi rappresntati: Argentina, Cile, Uruguay, Libano, Grecia, Portogallo, Spagna, Slovenia Croazia e Italia. La giuria era composta da membri provenienti da Spagna, Cile, Slovenia, Grecia e Italia.

Tra le novità del Concorso 2013, le categoria di oli in giudizio che da tre (fruttato leggero, fruttato medio e fruttato intenso) sono passate a cinque, con l'inserimento degli oli extravergine di oliva biologici e di quelli monovarietali.

Delle 15 medaglie disponibili, 13 se le è aggiudicate l'Italia, battendo un'agguerrita concorrenza e confermando la straordinaria qualità e v…

Politiche agricole sostenibili, per migliorare il pianetà

(ANSA) - Accantonare un modello di sviluppo settoriale produttivistico per incentivare politiche agricole sostenibili, promuovendo forme di sfruttamento dei suoli che siano al contempo piu' rispettose dell'ambiente e piu' vicine alle culture alimentari tradizionali delle comunita' locali.

E' questa, in sintesi, la strada da seguire che il volume di Maria Gemma Grillotti Di Giacomo, 'Nutrire l'uomo, vestire il pianeta', suggerisce per la soluzione dei problemi legati all'alimentazione.
Presentato nella Sala Etiopia della FAO di Roma alla presenza del Capo di Gabinetto MIPAAF Michele Corradino, del rettore dell'Universita' di Roma Tre Guido Fabiani, del Presidente dell'Universita' Campus Bio-Medico di Roma Paolo Arullani, del Direttore Relazioni Esterne e Istituzionali Ferrero Pier Maria Brunetti e Andrea Sonninno (FAO), il volume e' stato al centro di un dibattito sul rapporto che esiste tra alimentazione, agricoltura e ambiente.

Parliamo ancora di carne equina, trovate lasagne a Bologna...

Primo caso di positività di Dna equino emerso dai controlli disposti dal ministero della Salute su tutto il territorio nazionale. Questa mattina l'Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell'Emilia Romagna ha riscontrato un caso di positività per carni equine, non dichiarate in etichetta, in un campione di lasagne surgelate prelevate dal Nas in un supermercato di Brescia.
Il Dna equino è stato trovato nelle "Lasagne alla bolognese" da 600 grammi, lotto n. 12326 con scadenza 23 maggio 2014, prodotte e confezionate dalla ditta Primia di San Giovanni in Persiceto (BO). La Primia ha utilizzato carne macinata della ditta di import/export DIA di Calcinato (Bs), ricavata a sua volta da carne fornita da due ditte della provincia di Brescia, presso le quali sono in corso ulteriori accertamenti.

Nuovo modo di confezionare olio extravergine

Olio d’oliva
L’olio d’oliva ha un contenuto elevato di acidi grassi monoinsaturi e di antiossidanti, soprattutto vitamina E. Il consumo di olio d’oliva esercita numerosi effetti benefici a livello cardiovascolare e digestivo, per questo si può considerare la dieta mediterranea tra le più salutari al mondo.
L’olio è molto sensibile alla luce e all’aria, che possono causarne la rapida ossidazione, l’irrancidimento e la perdita della vitamina E. È molto importante confezionare correttamente l’olio, per impedire che perda le sue proprietà benefiche.
Protezione contro la luce
Negli ultimi anni si è diffuso l’uso delle latte per il confezionamento dell'olio, ma il tipo di contenitore più utilizzato è costituito dalle bottiglie di plastica e di vetro, almeno attualmente. Il problema di questi contenitori è che sono translucidi, quindi non sono in grado di proteggere adeguatamente l’olio dal processo di degradazione. Un contenitore di cartone offre una soluzione eccellente.
Abbiamo svilu…

Catania oggi, dopo il nubifragio

CATANIA - Cielo terso, sole splendente con l'Etna innevata che svetta infondo, termometro che segna 15 gradi. È il 'day after' di Catania l'indomani del violento nubifragio che si è abbattuto sulla città attraversata da un fiume d'acqua che ha travolto auto, moto, tavoli e sedie, causando una decina di feriti, non gravi.
Questa mattina il sindaco Raffaele Stancanelli, dedicatosi ad alcuni sopralluoghi, è tornato sull'argomento rilasciando un'intervista al nostro sito: ''E' stato un evento di proporzioni straordinarie, non prevedibile. Mi preme sottolineare che da parte nostra non c'è stata alcuna polemica con la protezione civile, i protocolli sono stati rispettati. Abbiamo ricevuto un avviso di ordinaria criticità e abbiamo presidiato le zone dei torrenti, dove la situazione ha retto bene".

Olio di oliva extravergine, è solo una questione italiana.leggi

È stata approvata lo scorso 18 dicembre 2012, con l’unanimità di tutti i gruppi parlamentari, sia al Senato che alla Camera, la Legge Mongiello, cd. “Legge salva-olio”, che si pone la finalità di perseguire qualità e trasparenza della filiera degli oli di oliva vergini italiani.
Subito dopo l’emanazione di tale normativa, abbiamo assistito alla formazione di due “schieramenti” contrapposti.
Da una parte Unaprol e Coldiretti, entusiaste della previsione normativa e convinte della bontà della stessa, che sembra confermata dalla recente operazione dello scorso 13 e 14 febbraio, quando la Direzione generale dell’ispettorato repressione frodi del Mipaaf, con la collaborazione della Guardia di Finanza, nell’ambito di indagini condotte dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani, ha sventato una maxi truffa e sequestrato oltre 420 tonnellate di olio d’oliva di dubbia provenienza, spacciato per “Made in Italy” e definito biologico.

Aspettando la patente agricola, Vi informo su come

Saremmo agli sgoccioli, per quanto riguarda il patentino per i mezzi agricoli, che dovrebbe entrare in vigore il prossimo 12 marzo.
Così come per il decreto attuativo relativo alla revisione che i ministeri competenti dovrebbero emanare entro il prossimo 28 febbraio, ovvero tra pochi giorni.

Maxi sequestro al gruppo Riela

CATANIA - Un sequestro beni per circa 40 milioni di euro riguardante il nuovo assetto societario del gruppo Riela è stato eseguito dalla guardia di finanza in esecuzione di un provvedimento emesso dal Gip di Catania.
Secondo la Direzione distrettuale antimafia della Procura etnea, che ha indagato 18 persone per intestazione fittizia di beni, l'azienda di trasporti sarebbe stata svuotata prima di un sequestro antimafia.

Restituire i soldi dell'IMU, agli agricoltori.

L’Imu sui terreni agricoli e sui fabbricati rurali ha superato la soglia concordata con il governo.
L’aggravio per gli imprenditori, rispetto al gettito Ici e Irpef 2011, è stato di circa 366 milioni di euro, ben al di sopra dei 210 milioni individuati dall’esecutivo in accordo con le organizzazioni agricole.
Ora deve essere attuata la cosiddetta clausola di salvaguardia prevista da un’apposita legge e i soldi pagati in più vanno restituiti agli agricoltori.
In caso contrario, Cia e Confagricoltura sono pronte ad azioni sindacali e legali per il rispetto degli impegni presi.
Secondo le due organizzazioni, che contestano le stime elaborate dal ministero dell’Economia, non è corretta la scelta di assumere quale dato di partenza i 550 milioni di gettito Imu effettivo sui terreni, senza considerare le maggiorazioni applicate dai comuni.

Nubifragio a Catania, centro storico bloccato...

Guarda tutte le foto e il video fatti in tempo reale.
Nel centro storico, si sono passati momenti di panico...guarda foto e video

Gli inglesi dico No alla Tobia tax, già paghiamo il Re, in Italia 1marzo entra in vigore, vediamo cosa cambia

Londra – Più che Tobin Tax dovrebbero chiamarlo il balzello del re. Lo volle King William nel 1694 per finanziare la guerra contro i francesi e da allora ha sempre regolato le transazioni finanziarie nel Regno Unito. La formula più primitiva s'è assestata a standard moderni nel 1986 quando lo stamp duty – è questo il nome ufficiale – è stato fissato allo 0,5% delle transazioni su titoli azionari ed è applicato a operazioni ordinate ovunque nel mondo che riguardano società registrate nel Regno Unito. È più simile al fissato bollato che alla Tobin tax nella forma che sta prendendo in Europa, ma è il vero motivo della ferrea opposizione di Londra alla gabella che i Paesi dell'Ue stanno introducendo.

Disoccupazione agricolo, come richiederla 2013

Dal 1° Gennaio 2013 al 31 Marzo 2013, i Lavoratori che hanno operato nel 2012 nel settore agricolo in Italia devono presentare la domanda di DISOCCUPAZIONE AGRICOLA! L’indennità è riconosciuta a tutti i Lavoratori agricoli che abbiano lavorato almeno 78 giornate nel corso dell’anno 2012,oppure fanno valere le 102 giornate lavorate nel biennio 2012-2011.Ricordiamo che possono presentare la domanda tutti i Lavoratori dipendenti a tempo determinato (OTD cosiddetti avventizi) che nell’anno 2012 hanno lavorato nel settore agricolo (agricoltura tradizionale, agriturismi, malghe, coop agricole, latterie, consorzi di bonifica, ecc.). L’indennità che spetta è pari al 40% del salario percepito nell’anno precedente, e si calcola in misura proporzionale al numero di giornate lavorate per le quali il Lavoratore è stato iscritto negli elenchi anagrafici dell’INPS. Per il calcolo delle giornate massimi indennizzabili il parametro di riferimento è 365 (366 negli anni bisestili) quale limite invalica…

Sicilia, la mafia blocca lo sviluppo agricolo

Il pomodoro di Pachino stretto nella morsa tra mafia e camorra”. Il Governatore siciliano, Rosario Crocetta, dal palco del cineteatro “Politeama”, ha lanciato l’allarme: ci sarebbero le ombre dei clan ad aleggiare sul commercio dei prodotti ortofrutticoli. Ed ha anche annunciato l’invio degli ispettori regionali al Comune, per verificare l’attività amministrativa. Nonostante le due ore di ritardo, ad attendere il presidente della Regione domenica pomeriggio c’era un cineteatro stracolmo di gente. “Questo è il segnale – ha spiegato Crocetta -, di una Sicilia che vuole cambiare, che si sta alzando in piedi e che non accetta più di essere governata nel modo in cui lo è stata in passato.

L'Ente di formazione siciliana Ciapi sotto inchiesta, 12 politicidenunciati

PALERMO - Dodici politici sono stati denunciati dalla Guardia di finanza per finanziamento illecito ai partiti, nell'ambito di un'inchiesta sul Ciapi, uno dei più grandi enti di formazione siciliani. Al momento si tratta solo di denunce, ma il faldone è già stato consegnato al nucleo che si occupa dei reati contro la pubblica amministrazione: il procuratore aggiunto Leonardo Agueci e i sostituti Alessandro Picchi e Sergio Demontis.
Nella "black list" ci sono cinque ex assessori regionali al Lavoro e alla Formazione, tutti del centrodestra: Carmelo Incardona, che ha ricoperto l'incarico tra il maggio 2008 e il maggio 2009; Luigi Gentile, in carica dal maggio al settembre 2009; Santi Formica (2006-2007), Francesco Scoma (2004-2006) e Nicola Leanza, che a capo degli uffici del Lavoro e della Formazione è stato per pochi mesi nel 2010 e oggi è capogruppo dell'Udc.

Il Mondo Agricolo, vuole un ministero agricolo nuovo

Il mondo agricolo rappresentato da Cia, Confagricoltura, Agci, Congfcooperative e Legacoop ha un nuovo strumento di coordinamento: si chiama “Agrinsieme”, ed è il frutto della volontà delle organizzazioni agricole e cooperative di rafforzare comuni strategie di lavoro e di dare più forza al settore primario nel confronto con la politica e le istituzioni reggiane, nazionali ed europee.
“La nascita di Agrinsieme - sottolineano Lorenzo Melioli, presidente di Confagricoltura, Ivan Bertolini, presidente di Cia, Marcello Bonvicini, responsabile di Agci-Agrital, Matteo Caramaschi, presidente di Fedagri-Confcooperative e Luigi Tamburini, responsabile di Legacoop Agroalimentare - rappresenta innanzitutto un elemento di discontinuità rispetto alle logiche della frammentazione che spesso hanno caratterizzato la rappresentanza agricola, ma al tempo stesso punta decisamente sulla definizione di comuni strategie di lavoro a favore di un mondo agricolo ed agroalimentare che negli ultimi 10-12 anni …

Un tesoretto da 3,5 miliardi di euro, il danno all'erario

A definirlo «tesoretto» è la stessa Corte dei conti. Vale 3,5 miliardi di euro, quasi quanto l'Imu pagata dagli italiani sulla prima casa, ed è stato accumulato in soli cinque anni. È il valore delle condanne per danno erariale comminate dalla Corte dei conti tra il 2008 e il 2012. Condanne che però rischiano di restare a lungo nel limbo, e chissà per quanto tempo ancora. Parola della Corte dei conti: uno spreco nelle spreco, la beffa dopo il danno. Che solo la buona volontà e la massima tempestività delle amministrazioni pubbliche creditrici, anche se assistite da riti di recupero dati e incredibilmente lenti, potrebbero evitare. Evitando figuracce aggiuntive al carrozzone della macchina pubblica. E alleviando in qualche modo i bilanci disastrati dell'azienda Italia. E degli italiani che sono tra i più tartassati al mondo. In fondo, un'idea per i programmi elettorali (carenti o miracolistici) dei partiti e per il Governo che verrà dopo le urne di domenica e lunedì prossi…

Carne di cavallo nei tortellini Buitoni

La Nestlè ha ritirato confezioni di ravioli e tortellini di manzo distribuite in Italia e in Spagna, dopo che i test hanno rilevato tracce di Dna di carne di cavallo pari all'1%. Lo rivela il Financial Time, citando un comunicato della multinazionale.
I prodotti ritirati dalla multinazionale svizzera sono i "Ravioli di Brasato Buitoni" e "I Tortellini di carne". Una decisione presa dopo le analisi fatte su tutti i prodotti della filiera e lo scandalo scoppiato in Gran Bretagna sulle confezioni di lasagne nelle quali erano state trovate tracce di carne equina.
Il Financial Times, che ha diffuso la notizia, dice che la Nestlè avrebbe avvisato le autorità italiane e spagnole. Secondo Ft la Nestlè dice che sta "potenziando il programma globale di garanzia di qualità con l'aggiunta di nuovi test". La scorsa settimana - ricorda il Financial Times - la stessa Nestlè aveva dichiarato che i suoi prodotti non erano stati colpiti dallo scandalo sulla carne …

Sicilia,riforma settore forestale e rilancio agricoltura

Calogergo Cipriano è stato confermato segretario generale della Fai Cisl di Messina dal V Congresso provinciale della Federazione Agricola Alimentare tenutosi presso il Tempio di Giove a Patti alla presenza del segretario generale nazionale Augusto Cianfoni, del segretario generale regionale Fabrizio Colonna e del segretario generale della Cisl di Messina Tonino Genovese. Con Cipriano, confermata anche la segreteria uscente formata da Gaetano Merlino e Vincenzo Pulizzi.
I lavori del Congresso della Fai hanno puntato i fari sulla difficile situazione del settore forestale, agricolo, alimentare, zootecnica e della pesca nella provincia di Messina. Su questi punti si è soffermato Calogero Cipriano nella sua relazione parlando di una necessità di avere una visione strategica e dare priorità assoluta nei settori agro- zootecnico, alimentare e della pesca, ambientale e forestale per ripartire dal lavoro.

Berlusconi, risponde alle domande sul mezzogiorno.

Presidente Berlusconi, la Sicilia, in un panorama di pesantissima crisi globale, vive una situazione particolarmente critica. Negli ultimi dieci anni la disoccupazione è quasi triplicata, quella giovanile ha superato il 50%, quella femminile è quasi al 60%. E sono in piena crisi piccole e medie imprese, agricoltura, turismo, i poli industriali. Che cosa non ha funzionato sino ad oggi nelle politiche per il Mezzogiorno?

I risultati della ricerca in agricoltura tra 2004/2011

Come tutelare gli agrumi siciliani da attacchi patogeni? Come produrre più varietà di carciofi e patate? E ancora, può il pescato dei nostri mari entrare in nuovi mercati? È possibile ottimizzare le risorse idriche dell’Isola? La ricerca scientifica in Sicilia ha prodotto risultati concreti in grado di rispondere positivamente a queste domande. Risultati che sono accessibili alle imprese e agli enti coinvolti grazie al progetto "Centrinnova", presentato ieri mattina, a Catania, nella sede del Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia (Pst), presieduto da Marco Romano.Il Pst - su commissione del Dipartimento degli Interventi infrastrutturali dell’assessorato regionale delle Risorse Agricole e Alimentari - ha coordinato un’indagine sulle attività di ricerca svolte nei settori dell’agricoltura, delle foreste e della pesca dal 2004 al 2010.

Piano assicurativo 2013, approvato ieri dal ministro

La Conferenza Stato Regioni ha approvato il piano riassicurativo per il 2013, presentato dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali con l’obiettivo di sostenere la competitività delle imprese agricole riducendo le conseguenze delle avversità atmosferiche, attraverso lo strumento della riassicurazione dei rischi agricoli agevolati contrattati dalle imprese di assicurazione e una maggiore flessibilità e capacità di adattamento alle novità introdotte dal Piano assicurativo recentemente approvato dalla stessa Conferenza.

Sviluppo rurale, le novità del 2013 PAC

Un compromesso al ribasso, il primo della storia dell’Unione europea che si è concluso con una dotazione finanziaria inferiore alla precedente programmazione.

Questo il giudizio dominante, al quale hanno aderito volentieri anche i vertici delle organizzazione agricole Italiane – Coldiretti, Copagri e Agrinsieme, il patto di sindacato che raggruppa Cia, Confagricoltura e Alleanza delle cooperative agroalimentari – espresso all’indomani della lunga maratona dei capi di Stato e di Governo che la scorsa settimana ha dato il via libera al Quadro Finanziario Pluriennale per il periodo 2014-2020.

7 borse di studio in ambito agricolo

Le esplosioni non vi spaventano, le formule chilometriche disegnate sulle lavagne sono il vostro pane quotidiano, non vi scomponete quando vi trovate davanti alle reazioni dei vostri composti e quando siete a tavola chiedete di passarvi dell’H2O e di aggiungere un po’ di cloruro di sodio alle vostre pietanze.

Se vi rispecchiate almeno un po’ nell’ironica descrizione, siete ovviamente dei chimici. Bene, per voi un’interessante opportunità lavorativa si profila all’orizzonte: il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha bandito due concorsi per il conferimento di 7 borse di studio a laureati in Chimica e a periti chimici.

Il ponte sullo stretto, non si farà

MESSINA - "Del ponte sullo Stretto se ne parla sempre nelle fasi elettorali, ribadisco che per il governo non è una priorità". Lo ha detto il ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, oggi a Messina. Il ministro, dopo un incontro nel palazzo Zanca con il commissario straordinario Luigi Croce e l'assessore regionale ai trasporti Nino Bartolotta, si è recato con i tecnici del dicastero a visitare il cantiere del parcheggio d'interscambio Zaera, ormai completato, a villa Dante. "Occorre intervenire - ha aggiunto - dove è più urgente, come il sistema ferroviario della Sicilia che è fondamentale per i siciliani".

Accordi settore agroalimentari

L’onorevole Nello Dipasquale, così come già annunciato in Commissione Agricoltura all’Ars, ha presentato una mozione sull’accordo euromediterraneo con il Marocco affinché ci si attivi, alla luce dell’imperante crisi economica, a far scattare le norme di salvaguardia in base all’articolo 7 dell’accordo stesso. Ciò al fine di tutelare il settore agroalimentare siciliano considerato che presto le produzioni marocchine di pomodoro, peperoni, zucchine, fragole, arance aumenteranno vertiginosamente aggredendo il mercato comunitario. Inoltre altre produzioni, come uva da tavola, patate, meloni e angurie si apprestano ad invadere il nostro mercato.

Carne equina contaminata, attenzione alla provenienza

Bruxelles oggi si mobilita per affrontare lo scandalo della carne di cavallo spacciata per carne di manzo, mentre la frode alimentare coinvolge sempre più Paesi: prodotti "contaminati" sono stati trovati anche in Germania. In Gran Bretagna le autorità hanno sospeso la produzione in due centri di produzione in Galles e in Inghilterra sospettati di avere usato carne di cavallo per hamburger "di manzo", spiedini e kebab destinati a ristoranti fast-food.

Emergenza rifiuti a Catania

CATANIA - La Regione Siciliana non può inviare alcuna anticipazione di fondi all'Ato Ct3 Simeto Ambiente, che gestisce la raccolta di rifiuti in 18 comuni del Catanese, perchè il liquidatore della società "continua pervicacemente a trasmettere documentazione che non si attiene minimamente ai requisiti indispensabili" previsti da una circolare emanata il 10 novembre del 2012. È quanto emerge da una lettera della Direzione generale dell'assessorato regionale all'Energia, inviata all'Ato Ct3, ai Comuni soci e alla prefettura di Catania.Da ieri le ditte del consorzio Simco, a eccezione della Oikos che svolge il servizio a Misterbianco e Motta Sant'Anastasia, hanno chiuso i cancelli impedendo ai loro operai di svolgere il lavoro per il mancato versamento di fondi arretrati che le società vantano dall'Ato Ct3 Simeto Ambiente. Attualmente sono 14 i comuni senza servizio e molti sindaci hanno inviato i loro concittadini a "non lasciare in questi giorni s…

Acireale, rissa a carnevale

11/02/2013 13:40
Acireale, rissa durante la sfilata di carnevale
ACIREALE (CATANIA) - Ieri sera ad Acireale, in provincia di Catania, avrebbero aggredito due 40enni, proprietari di uno dei carri allegorici del Carnevale, perchè questi ultimi gli avrebbero vietato di salire sul carro per ragioni di staticità della struttura.

Per questa ragione i carabinieri della stazione di Viagrande hanno arrestato il pregiudicato Fabrizio Ceraulo, di 22 anni, e C.A., di 19, entrambi originari della provincia di Trapani, con l'accusa di lesioni personali, porto illegale di oggetto atto ad offendere e resistenza a pubblico ufficiale.

L'immediato intervento dei militari ha fatto desistere i due aggressori, che hanno tentato di fuggire ma sono stati bloccati dai Carabinieri e dai poliziotti in servizio di ordine pubblico. In tasca a Ceraulo i militari hanno trovato un coltello a serramanico, che è stato sequestrato. Gli arrestati sono stati rinchiusi nelle camere di sicurezza in attesa di essere…

Programmino del PDL per piccole imprese agricole

”Paglia, sfalci, potature e altro materiale agricolo o forestale naturale non pericoloso, se non utilizzato in agricoltura, in selvicoltura o nella produzione di energia mediante processi o metodi che non danneggino l’ambiente né mettono a repentaglio la salute, non devono essere considerati rifiuti pericolosi”. È questo il succo di una mozione depositata da cinque deputati del Pdl all’Ars, Nino Germanà, il capogruppo Francesco Scoma, Salvino Caputo, Vincenzo Fontana e Marco Falcone, i quali, in una mozione, chiedono che si impegni il governo nazionale a operare una modifica legislativa o, in alternativa, l’emanazione di una circolare esplicativa che possa venire incontro ai piccoli agricoltori evitando che una norma iniqua, qual è quella in vigore, possa contribuire all’abbandono dei campi”.
“Oggi, la stessa giusta legge che prevede pesantissime sanzioni penali e pecuniarie per chi si rende responsabile di reati ambientali – spiegano – iniquamente equipara a ciò la combustione sul c…

Inchiesta sugli appalti delle politiche agricole

Giudizio immediato per nove tra funzionari del Ministero delle Politiche Agricole e imprenditori coinvolti nell’inchiesta della Procura di Roma sul giro di corruzione legato all’assegnazione di appalti al Ministero. Lo ha chiesto il pm Stefano Rocco Fava. Tra gli imputati Giuseppe Ambrosio, detto “Centurione”, ex capo di gabinetto dei Ministri Luca Zaia e Giancarlo Galan.
Tra gli altri destinatari della richiesta del pm anche Stefania Ricciardi, moglie di Ambrosio, ed i dirigenti ministeriali Michele Mariani e Ludovico Gay. Corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, turbata libertà degli incanti e turbata libertà nella scelta del contraente i reati contestati, a seconda delle posizioni.
Secondo l’accusa i funzionari ministeriali avrebbero agevolato la concessione di contributi pubblici, contratti ed altro ad imprenditori in cambio di varie utilità come vacanze, oggetti d’arredamento ed altro. Nell’inchiesta stralcio al vaglio del pm Fava sono coinvolte altre 30 persone.

In Italia corruzione su tutti i settori, la corte dei conti fotografal'Italia

Corte dei Conti: la corruzione frena l'economia
Dal ponte di Venezia "scivoloso" al maestro marchigiano che mette in tasca alimenti destinati agli alunni, passando per casi malasanità, corruzione, frode. E' l'Italia degli sprechi e delle frodi fotografata in un dossier messo a punto dalla procura generale della Corte dei Conti che ha messo insieme le iniziative più rilevanti dei procuratori regionali. Casi che nel 2012 hanno comportato un pregiudizio economico di " oltre 293,632 milioni di euro".

Assolti i mafiosi di S.Agata

CATANIA - Le mani di Cosa nostra non arrivano sulla festa di Sant'Agata, patrona di Catania. È la sintesi della sentenza emessa dalla 4/a sezione del tribunale del capoluogo etneo che ha assolto, per non avere commesso il fatto, gli otto imputati.

La Procura aveva chiesto la condanna a due anni di reclusione per concorso esterno all'associazione mafiosa dell'ex presidente del Circolo S. Agata alla Collegiata, Pietro Diolosà e l'assoluzione per sette presunti appartenenti al clan Santapaola perchè già condannati per lo stesso reato in altri processi. Quest'ultimi sono Nino Santapaola, 52 anni, nipote del boss Benedetto; il figlio minore di quest'ultimo, Francesco, 41 anni; Salvatore Copia, 43; quattro esponenti della famiglia Mangion, Enzo, 54 anni, Alfio, 41, Vincenzo, 37, e Agatino, 41.
Secondo la tesi della Procura di Catania, il controllo della festa avveniva proprio attraverso il Circolo S. Agata, che gestisce le uscite e le fermate del fercolo con il busto…

In Italia per pagare c'e sempre tempo, arriva un decreto ad hoc

Trenta giorni, oppure 45. Se va male male 60. Questi sono i tempi di pagamento che normalmente valgono in Europa quando si tratti di transazioni commerciali. E sono termini che vengono rispettati senza se e senza ma. Nei Paesi nostri vicini di "scaduto" pare quindi sia rimasto solo qualche barattolo di yoghurt nel frigorifero.
L'Italia no, si discosta dalla media europea. Nel Paese dei Santi, poeti e navigatori, spazio per i buoni pagatori pare non ne sia rimasto molto.

In Italia scompare 8 mq al secondo di suolo

L’Italia perde terreno: consumati 8 mq al secondo di suolo
In Europa divorato il 2,3% del territorio e la nostra nazione è oltre la media

Negli ultimi anni il consumo di suolo in Italia è cresciuto ad una media di 8 mq al secondo e la serie storica dimostra che si tratta di un processo che dal 1956 non conosce battute d’arresto. Si è passati dal 2,8% del 1956 al 6,9% del 2010 (+4%): sono stati consumati, in media, più di 7 metri quadrati al secondo per oltre 50 anni.

Il fenomeno è stato più rapido negli anni '90, con quasi 10 metri quadrati al secondo, ma il ritmo degli ultimi 5 anni si conferma comunque accelerato, con una velocità superiore agli 8 metri quadrati al secondo. Questo vuol dire che ogni 5 mesi viene cementificata una superficie pari a quella del Comune di Napoli e, ogni anno, una pari alla somma di quella di Milano e Firenze.

In termini assoluti, l’Italia è passata da poco più di 8.000 km2 di consumo di suolo del 1956 ad oltre 20.500 km2 nel 2010, un aumento ch…

Bandi per investimenti in aziende agricole

Poco prima della pausa natalizia, il ministero dell'Agricoltura ha emanato il bando per la raccolta delle domande a valere sui contratti di filiera e di distretto, la cui prima scadenza per la presentazione dei progetti è, al momento, fissata al primo aprile prossimo, con procedura di valutazione a sportello.

La dotazione finanziaria pubblica si attesta tra 150 e 200 milioni di euro e sarà utilizzata per erogare a favore dei soggetti beneficiari mutui a tasso agevolato, con interessi pari allo 0,5%.

Sono previste due diverse tipologie di misure finanziabili: gli investimenti produttivi realizzati dalle imprese agricole e da quelle che operano nel settore della commercializzazione e della trasformazione e gli investimenti di tipo immateriale, riguardanti interventi quali la promozione, la pubblicità, l'assistenza tecnica, la ricerca.
Nel primo caso, l'agevolazione pubblica consiste nella concessione di mutui agevolati, a copertura massima del 50% della spesa ammissibile. N…

Ieri approvato nuovo decreto dal EU sul settore agricolo

Le etichette trasparenti per l'olio d'oliva compiono un nuovo passo avanti. Sono state approvate ieri dal Comitato di gestione sull'Ocm unica ortofrutta e olio d'oliva a Bruxelles alcune importanti modifiche ai regolamenti comunitari n. 29/2012 e 2568/91 relativi rispettivamente alle norme di commercializzazione degli oli di oliva ed ai controlli nel settore. Modifiche che comportano importanti novità che avranno riflessi positivi sulla tutela tanto degli operatori quanto dei consumatori.

Unione Europea, richiama l'Italia sulle telefonate

Bruxelles bacchetta l'Agcom sulle tariffe di terminazione delle chiamate fisse. La Commissione Ue ha in sostanza rispedito al mittente la proposta inviata a inizio anno dall'Autorità delle comunicazioni che puntava a una progressiva riduzione delle tariffe in terminazione, vale a dire il "pedaggio" che un operatore deve pagare all'altro per far terminare le chiamate sulla rete (in questo caso fissa) dei concorrenti.

Intervista a Berlusconi, sull'agricoltura in Italia

Silvio Berlusconi nell’ambito del suo "annuncio choc" di domenica sulla restituzione dell’Imu agli italiani ha parlato anche di agricoltura. «Si potrà intervenire anche per cancellare l’imposta sui terreni agricoli e sulle case e sui fabbricati destinati a uso agricolo», ha detto l’ex presidente del Consiglio. Dall’Imu sui terreni agricoli è pervenuto un gettito per le casse dello Stato pari a circa 600 milioni, circa 65 i milioni invece sono quelli che sono stati incassati dai fabbricati rurali. L’introduzione dell’imposta, già prevista, è stata anticipata di un anno dal governo Monti, che però ne ha mitigato gli effetti, come ricorda il ministro Catania, dimezzando l’aliquota inizialmente prevista per i fabbricati rurali. Sono stati esentati dal pagamento i fabbricati rurali ad uso strumentale ubicati nei comuni classificati montani o parzialmente montani di cui all’elenco dei comuni italiani predisposto dall’Istituto Nazionale di Statistica.

La Sicilia detiene un primato in esportazione, i fichi d India.Vediamocome coltivarli?

La filiera produttiva del ficodindia è, a livello europeo, esclusiva della Sicilia che detiene il monopolio del mercato italiano ed oltre il 90% del mercato comunitario. La superficie complessiva interessata alla coltivazione specializzata del ficodindia in Sicilia, è di circa 4000 ettari. La zona più importante per superficie e grado di specializzazione degli impianti è l’areale di San Cono (CT) che copre il 60% dell’intera superficie regionale coltivata a ficodindia, seguito da una vasta area caratterizzata dalla “DOP Ficodindia dell’Etna” che comprende numerosi comuni alle pendici del vulcano, dall’areale di Santa Margherita Belice (AG) e da una piccola area in forte espansione nel territorio di Roccapalumba (PA). Il successo della produzione siciliana va ricercato nell’ottima qualità dei frutti, raggiunta grazie alla applicazione di tecniche colturali come la concimazione, l’irrigazione e il diradamento cui questa specie, considerata molto rustica, tradizionalmente non era assog…

L'Unione Europea, finanzia il carburante eco sostenibile, nuoveopportunità di fare impresa.

La Commissione europea ha annunciato un ambizioso pacchetto di misure volte a garantire la creazione di stazioni di rifornimento per carburanti alternativi in tutta Europa, con standard comuni relativi alla progettazione e all’utilizzo. Finora le iniziative prese in questo ambito avevano riguardato principalmente carburanti e veicoli, senza prendere in considerazione la distribuzione. Gli sforzi fatti per fornire incentivi sono stati insufficienti e non coordinati.
Attualmente tre fattori principali - riferisce un comunicato della Commissione Ue - ostacolano l’uso di carburanti puliti: l’elevato costo dei veicoli, un basso livello di accettazione da parte dei consumatori e la mancanza di stazioni di ricarica e rifornimento. È un vero e proprio circolo vizioso: non vengono costruite stazioni di rifornimento perché non vi sono abbastanza veicoli, i veicoli non sono venduti a prezzi competitivi perché la domanda è insufficiente, i consumatori non acquistano i veicoli perché sono costosi…

Svizzera, un condominio eco sostenibile.

In Svizzera esiste un condominio eco-sostenibile, precisamente a Liebefeld, nel cantone di Berna. Il progetto è stato realizzato secondo le procedure previste dal sistema Minergie P-ECO, con il quale si certificano gli edifici che rispettano i criteri di efficienza energetica. La certificazione Minergie è presente oramai da circa 10 anni nel territorio svizzero e garantisce degli standard di qualità elevata per tutte quelle strutture che rinnovano le loro componenti in funzione del risparmio energetico.
Il risparmio si ottiene grazie ad un ottimo isolamento termicodell’edificio, che evita la dispersione del calore durante i rigidi inverni svizzeri. Il principio adottato è quello della casa passivama questo non impedisce al contempo l’utilizzo di sistemi di riscaldamento ad energia rinnovabile.
Tra i vari criteri necessari ai fini della certificazione sono richiesti quattro elementi: l’installazione di appositi sistemi di ventilazione, l’eliminazione dei ponti termici, per assicurare…

Marketing in agricoltura, come ottenere un brand di successo

Essere buoni non basta per costruire una marca ortofrutticola di successo

Per costruire una marca di successo, capace di farvi ottenere un prezzo più alto per i vostri prodotti rispetto ai concorrenti, dovete differenziare la vostra offerta agli occhi di trade e consumatori.
Ma come differenziare con successo prodotti così apparentemente simili come quelli ortofrutticoli? Come far sapere al mondo che i vostri spinaci, carote, zucchine sono diversi da tutti gli altri?
Immagino a cosa molti di voi stanno pensando.
Orgogliosi dei propri prodotti, frutto di anni di duro lavoro, di prove tecniche e messe a punto, di esperienze tramandata da padre in figlio, per molti produttori l'arma differenziante è la qualità dei loro prodotti.

Agricoltura, sta per scomparire la ditta individuale.

I dati di Confagricoltura evidenziano la crescita di società di capitali. Imprese agricole quest'anno scese sotto le 800 mila unità.
Scendono sotto la soglia di 800 mila le imprese agricole italiane registrate alle Camere di Commercio. Lo evidenzia il Centro studi di Confagricoltura sulla base dei dati Infocamere-Movimprese. Le imprese agricole registrate ad oggi sono infatti 795 mila, in calo del 2,4% rispetto allo scorso anno. Dal 2000 sono uscite dal registro camerale 255 mila imprese circa, con una contrazione in termini percentuali del -24,3%.
Interessante la dinamica delle forme del fare impresa in agricoltura, che conferma la tendenza già evidenziata negli ultimi anni. Le società di capitali operanti in agricoltura hanno superato le 13 mila unità (+5,5% rispetto allo scorso anno, +68,9% nel periodo 2000/2012). E crescono, anche se solo dell'1,6% negli ultimi dodici mesi, le società di persone (+ 12,4% in dodici anni). Il calo del numero complessivo delle imprese, di fat…

Così i soldi di S.Agata, vengono gestiti!

Esattamente come ci fece vedere Report (minuto 4.45) – il programma di inchiesta condotto dalla giornalista di Rai 3 Milena Gabanelli – quattro anni fa, anche quest’anno la rituale sfida di resistenza tra le candelore dei Pescivendoli ( gestita per anni dal clan Savasta ) e quella dei fruttivendoli ( gestita, insieme a quella dei macellai, dal clan Cappello ) è terminata in rissa. Anno dopo anno queste due candelore si ‘sfidano’ sotto gli archi della pescheria di Catania a colpi di musica, “annacate”, prove di resistenza e… scommesse. Secondo le testimonianze raccolte dal videomaker Andrea Di Grazia (autore del video sotto) quest’anno la posta in palio era alta. La candelora più ‘forte’ si sarebbe portata a casa circa 10.000 euro. La dinamica è andata pressappoco così. La candelora dei fruttivendoli, durante le rituali “annacate”, si sarebbe fermata – fingendo un’ipotetica resa – per poi ripartire. Il bluff ha scaturito l’ira dei portatori della candelora avversaria i quali, n…

Intervista assessori Regione Sicilia, sul futuro agricolo in Sicilia.

PALERMO – Valorizzare l'agricoltura, puntando su metodi digitali, favorendo il credito e l'esportazione dei prodotti “made in Sicily”. Questo, il programma per l'agricoltura siciliana dell'assessore Dario Cartabellotta. Che annuncia un "trasloco" per i dipendenti dell'assessorato.

Iniziamo con la spending review. I quattro edifici che ospitano gli uffici dell'assessorato verranno incorporati?
“Puntiamo ad un'ottimizzazione delle risorse, oggi abbiamo il personale dislocato in quattro sedi, due delle quali sono in affitto. L'immobile di viale Regione siciliana sta per essere acquistato e li andranno i dipendenti che finora sono stati divisi fra via Libertà e via degli Emiri. Tutto questo comporterà un risparmio di un milione e quattrocentomila euro annui”.

Ci sono novità in merito alla chiusura dell'Arsea?
“Stiamo andando verso il potenziamento degli sportelli Agea sul territorio siciliano. La settimana prossima avremo qualche elemento in p…

Titolare di aziende agrarie sono i giovani under 35

Sono 57.673 le imprese agricole under 35 in Italia, secondo i dati Unioncamere, il 7% del totale delle imprese agricole iscritte al registro delle imprese delle Cciaa (823.542) e il 9% circa delle imprese giovani complessive. Un numero comunque rilevante visto che solo le categorie delle imprese giovani di ‘costruzioni’ e del ‘commercio all’ingrosso e al dettaglio’ possono vantare un numero superiore di operatori (rispettivamente 123 mila e 183 mila circa). E’ quanto sottolinea una ricerca del Centro Studi di Confagricoltura in occasione del XV Convegno Quadri Dirigenti dei Giovani di Confagricoltura in corso a Napoli a corredo delle richieste al prossimo governo, che mettono al primo posto la riforma del fisco da realizzare entro i primi 100 giorni.
Nel corso degli ultimi anni, secondo i dati Eurostat, le imprese agricole giovani in Italia sono diminuite in valore assoluto: da 145 mila nel 1990 a 115 mila nel 2000 sino ai poco meno di 52 mila nel 2007 (dato comunque non paragonabile …

La Coca Cola una multinazionale che paga le arance una miseria.

Continuano le storie di illegalità e sfruttamento umano e agricolo.La "Multinazionale" per eccellenza, la COCA COLA. Infatti acquistano a prezzi assolutamente RIDICOLI arance per la produzione della nota bevanda a base di succo d'arancia: la FANTA. In Italia tutto tace, meno male che c'è stata una seria inchiesta da parte della rivista inglese THE ECOLOGIST che ha fatto luce sull'acquisto del succo di arance di Rosarno a soli 7 Centesimi al litro da parte della Coca Cola. Per poter vendere il succo a prezzo così basso, i produttori calabresi sarebbero disposti a ricorrere alla manodopera in nero...e lo Stato Italiano dov'è e cosa fa? Tale assurda vicenda è stata ripresa, anche, dall'INDIPENDENT. Sotto il sole di Calabria nulla di nuovo, già nel 2009 Rosarno era stata al centro delle rivolte degli immigrati impiegati nella raccolta degli agrumi a RITMI DI LAVORO AI LIMITI DELLA SCHIAVITU'. Successe il finimondo tra gli immigrati e i residenti della zo…

Una pianta che produce ricchezza, bisogna coltivarla.

Quanto può valere un fiore? Forse non ve lo siete mai chiesto ma ne esiste uno che vale quanto l’oro, o anche più. E’ il fiore dello zafferano: dai sui stimmi si ricava la spezia più preziosa. Per avere conferma basta leggere due righe su Wikipedia: ”per un chilo di spezia occorrono circa 120mila fiori. Per questo motivo i pistilli di zafferano costano almeno 12.000 euro al chilo”. E’ vero, 120mila fiori sono tantissimi ma di zafferano, per i consumatori, ne basta davvero poco. Insomma, il business floreale deve aver convinto anche gli abitanti della Val Brembana.

Secondo l’Eco di Bergamo, quattro appassionati – Sergio Arizzi, Domenico Milesi, Rudi Facchinetti e Alberto De Cristofaro - hanno ottenuto e presentato il loro primo raccolto questo gennaio. Nella Bergamasca però si contano almeno altri due tentativi in corso: quello della Comunità montana Valle Brembana e di un’azienda agricola di Caprino. Una cosa curiosa dato che tradizionalmente lo zafferano viene coltivato sotto alla li…

Free Web Polls - Online Polls - Free Online Poll - MicroPoll

Nac, fermata una banda dedita alla contraffazione in agricoltura

Avevano organizzato una maxi truffa ai danni dello Stato e dell’Unione europea commettendo una serie di reati per ottenere carburante a prezzi agevolati per uso agricolo e percepire finanziamenti comunitari destinati a sostenere il comparto agroalimentare. Per questo 20 persone sono state raggiunte da una serie di ordinanze di misure cautelari (3 in carcere e 17 agli arresti domiciliari) al termine di un’indagine condotta dal Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari-Nucleo Antifrodi Carabinieri di Salerno. Nel corso dell’indagine i militari hanno accertato l’esistenza di una vera e propria associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato e dell’Ue, riciclaggio, accesso abusivo ai sistemi telematici, corruzione, falsità materiale e ad altri reati connessi alla illecita destinazione di carburante “agevolato” ad uso agricolo e all’illecito percepimento di finanziamenti comunitari destinati al sostegno del comparto agroalimentare. Gli uomini del Nac han…

Concorso in agricoltura per giovani

Parte oggi venerdì 1° febbraio 2013 il concorso per immagini ‘Seguimi, io non spreco. La tua immagine per un futuro sostenibile’, che rientra nell’ambito del progetto ‘RuraLand. Una finestra sul mondo rurale’ della Rete rurale nazionale, espressione dell’impegno del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali per rafforzare il rapporto tra agricoltura e società.
Il progetto ‘RuraLand’ ha lo scopo di fornire ai giovani gli strumenti più adatti per acquisire conoscenze e capacità che consentano loro di sviluppare approcci e comportamenti responsabili nei confronti dell’ambiente.
Obiettivo specifico del concorso è sensibilizzare le giovani generazioni sul tema dello spreco in tutte le sue declinazioni, soprattutto per quanto riguarda l’uso di risorse naturali come l’acqua, il suolo e il paesaggio, ma anche sul fronte dell’energia e della biodiversità.
Il concorso ‘Seguimi, io non spreco. La tua immagine per un futuro sostenibile’ mira a stimolare l’interesse dei giovani,…

I Giovani incontrano l'agricoltura

L'attenzione verso l'ambiente ed in particolare verso le aree rurali si coniuga con il mondo dei giovani e si trasforma nel nuovo concorso, "Seguimi, io non spreco. La tua immagine per un futuro sostenibile", promosso dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.
L'iniziativa che rientra nell'ambito del progetto "RuraLand. Una finestra sul mondo rurale"della Rete rurale nazionale, ha lo scopo di fornire alle nuove generazioni gli strumenti più adatti per acquisire conoscenze e capacità che consentano loro di sviluppare approcci e comportamenti responsabili nei confronti dell'ambiente.
I partecipanti non dovranno avere superato i 40 anni, dovranno essere creativi e amare oltre che la natura anche il disegno o la fotografia. Si sfideranno infatti proponendo una loro reinterpretazione originale del logo della campagna RuraLand, "l'uomo-albero" che potranno scaricare dal sito www.ruraland4.it .
Vincerà il disegno o la…

Vediamo cosa nuoce all'economia(2*parte)

Nel corso del secolo scorso, economisti come John Stuart Mill, Walter Bagehot, Irving Fisher, Knut Wicksell, e John Maynard Keynes individuarono una serie di passaggi da seguire per evitare o per risanare un contesto di depressione economica.

Parliamo di cosa nuoce all'economie mondiali, vediamo

CATANIA – In tutta la regione del nord Atlantico, le banche ed i governi centrali non sembrano, per gran parte, in grado di ripristinare la piena occupazione nelle loro economie. L’Europa è ricaduta in recessione senza aver avuto una vera e propria ripresa dalla crisi finanziaria e del debito sovrano iniziata nel 2008. Al momento, l’economia degli Stati Uniti sta crescendo ad una percentuale dell’1,5% su base annuale (circa un punto percentuale in meno rispetto al potenziale), e la crescita potrebbe addirittura rallentare a causa di una contrazione fiscale minore nel corso di quest’anno.
Le economie industriali hanno sempre subito crisi finanziarie in fasi periodiche seguite da una forte disoccupazione, almeno sin dal Panico del 1825 che portò la Banca d’Inghilterra molto vicina al crollo. Questi episodi sono negativi per tutte le parti: per i lavoratori che perdono il posto di lavoro, per gli imprenditori e gli azionisti che perdono i loro profitti, per i governi che perdono i prov…

Scontro sulla legge salva olio di oliva

La legge salva–olio innesca un vero e proprio "cortocircuito" nel settore dell'olio d'oliva. Pubblicata sulla Gazzetta ufficiale del 31 gennaio 2013, la legge firmata dalla senatrice Pd, Colomba Mongiello, che introduce una iniezione di trasparenza nel settore dell'olio d'oliva è però già sospesa da Bruxelles. Infatti se da un lato la Coldiretti (principale sostenitrice del provvedimento) plaude alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale e annuncia controlli a tappeto in tutto il Paese coinvolgendo punti vendita della grande distribuzione, discout e ristoranti, dall'altro la Commissione Ue con la decisione n.2012/650/I ne ha sospeso l'applicazione per un anno e cioè fino al 22 novembre 2013 (il testo della legge italiana infatti era stato notificato a Bruxelles il 21 novembre).
Due atteggiamenti opposti
In campo due linee divergenti. La Coldiretti ha sottolineato l'impatto positivo delle nuove regole che spaziano dall' indicazione d'origine…

Il prezzo sotto il quale olio extravergine è, (proseguì)

Il comunicato dell’Unaprol, cioè il più grande Consorzio olivicolo Italiano, fondato da Coldiretti e Confagicoltura quasi cinquant’anni fa,parla chiaro: “Una confezione da un litro di un buon olio extra vergine di oliva, prodotto al 100% con olive italiane, non potrebbe costare – mediamente al consumo sullo scaffale di un supermercato – meno di 6 euro… Questi… rappresentano solo i costi fissi, senza margini di profitto o di extra profitto, che un’azienda deve sostenere per presentare sul mercato il proprio prodotto. E’ quindi facile immaginare che il prezzo al consumo sia leggermente superiore, dovendo aggiungere… gli utili aziendali… Oggi però sullo scaffale si trovano oli a 1,90 / 2,50 €. Come è possibile se facendo quattro calcoli si evince il contrario? Paradosso: gli italiani spendono più per l’automobile che per la salute. Un chilo d’olio sintetico per il motore dell’auto costa mediamente tra i 5 e i 15 € al kg”.Tralasciando il paragone con l’olio motore, occorre considerare c…

Il ministro delle politiche agricole, risponde alle polemiche del pd sulle Avversità atmosferiche

CATANIA, POLEMICHE PRETESTUOSE DEL PD SU AVVERSITÀ ATMOSFERICHE



“La campagna elettorale fa brutti scherzi e induce a volte ad affermare cose che hanno un rapporto molto esile con la realtà. Un nutrito gruppo di candidati del PD, che dovrebbero essere esperti in materia agricola, mi accusa di fare campagna elettorale firmando decreti sullo stato di eccezionale avversità atmosferica”.Così il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania replica alle dichiarazioni fatte oggi da alcuni parlamentari e candidati del PD sui decreti per la dichiarazione di stato di eccezionale avversità atmosferica.“I predetti fingono di ignorare (o addirittura ignorano veramente!) che la dichiarazione di eccezionale avversità atmosferica è un atto dovuto del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali – prosegue il Ministro - in presenza di una documentata richiesta delle Regioni. Tutte le dichiarazioni adottate conseguono a precise richieste delle Regioni interessate, …