Posts

Es werden Posts vom Januar, 2013 angezeigt.

Vediamo come commercializzare olio di oliva all'estero

Il commercio con l’estero è un’operazione decisamente necessaria per una crescita aziendale. È bene, però, sempre ricordare che una transazione internazionale è più pericolosa delle transazioni domestiche.
Sono molteplici i fattori da conoscere per ogni singolo stato estero al quale ci si vuole rivolgere e non si può per pigrizia o superficialità ignorarne nessuno.
Usi e costumi commerciali, consuetudini sociali, ordinamenti giuridici vigenti, solvibilità dei vari Paesi, situazione politica, monete correnti, tipologia di trasporto, ecc..
I rischi ci sono, come ad esempio quello di insolvenza che è certamente quello che maggiormente preoccupa i nostri imprenditori, ma vi sono anche gli strumenti, in questo caso finanziari, per ridurre se non addirittura annullare un rischio di mancato pagamento.
Pensate, però, che in Italia solo il 7% dei crediti sono assicurati, per il 93% restante ci si affida ancora alle preghiere e alla buona sorte.
È forse giunta l’ora di informarsi?

Sigenco, incubo per i catanesi se non si trova un accordo

CATANIA - Cantieri fermi, viabilità compromessa ma, soprattutto, rischio che le tratte in costruzione della metropolitana urbana non vengano completate e che quella già in esercizio possa subire contraccolpi. Questa la denuncia dei presidenti della sesta e della settima municipalità, Sebi Anastasi e Gianni Fodale, che ieri mattina, accompagnati da alcuni sindacalisti della Fce, tra cui Francesco Caudo dei Cobas, hanno effettuato un sopralluogo nel parcheggio di via Amari, nelle immediate vicinanze del cantiere per la realizzazione della tratta Borgo – Nesima, proprio per segnalare i disagi patiti dai residenti due volte: una prima volta per la realizzazione dei lavori e, una seconda, per la loro interruzione.
"Gli abitanti di questa zona – hanno spiegato i presidenti di circoscrizione Gianni Fodale e Sebi Anastasi – hanno dovuto sopportare prima l’apertura del cantiere sotto le loro case e, ora, l’interruzione dei lavori a causa delle difficoltà economiche dell’azienda. L’opera h…

L'Italia nel mondo dell'economia verde

Organizzarsi, aggregarsi. Per poi proiettarci sui mercati internazionali delle tecnologie "verdi" massimizzando i non pochi pregi mostrati dalle imprese italiane del settore. Le istituzioni, insieme alle maggiori organizzazioni imprenditoriali, stringono i tempi. Ed ecco che al road show sugli strumenti di incentivazione pubblica per la green economy (si veda anche Tutte le carte nascoste da giocare per l'economia verde) si affianca il "Cleantech forum Italy", la rete di imprese dedicata all' innovazione in campo ambientale per presentarsi sul mercato internazionale.All'università romana Luiss la presentazione a cura degli artefici: il ministero dell'Ambiente, l'Ice (l'Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane), il network internazionale Cleantech Group e Area science park di Trieste. Le ambizioni non mancano. In Europa ma anche in paesi dove lo sviluppo è rapido, come le opportunità: la …

Calendario Corsi Tesserino Fitosanitario

Visita il sito Regione Sicilia per essere sempre informato per i corsi, per conseguire il predetto tesserino.
Vai a Calendario Corsi Regione Sicilia

Impianti uliveti superIntensivi, nuova agricoltura

Bild
L'impianto superintensivo più vecchio impiantato e condotto secondo il metodo spagnolo, ideato dalla società vivaistica Agromillora Catalana SA, risale al 1994.
Si tratta di oliveti con sesti d'impianto di 4 x 1,5 metri per una densità di 1600-1800 piante/ettaro.
Un modello costruito sulla base dell'esperienza della società catalana sui vigneti, in particolare riguardo alla meccanizzazione integrale delle operazioni colturali.
Considerando che in olivicoltura il 60% o più dei costi di produzione è direttamente riferibile alla raccolta, massimizzare l'efficienza di questa operazione consente un vantaggio competitivo notevole.
Sono iniziate così le prime esperienze sulla raccolta in continuo con macchine vendemmiatrici modificate, macchine che, dopo qualche adattamento, consentono di raccogliere un ettaro in poco più di due ore. In termini economici, tenendo conto che in Spagna è molto diffuso il contoterzismo, partendo da un costo di noleggio orario pari a 150 euro/…

Si rilancia il comparto Dell'olio di oliva

"Gli olivicoltori italiani chiedono giustamente un riconoscimento per la qualità del loro prodotto, che non sempre è remunerata dal mercato. Abbiamo lavorato a fondo per dar loro una risposta e sono convinto che stiamo procedendo nella giusta direzione".

Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Mario Catania, ha commentato le misure comunitarie e nazionali che riguardano la salvaguardia del mercato degli oli d'oliva, in particolare quelli vergini ed extravergini. "L'olio d'oliva - ha aggiunto Catania - è uno dei prodotti simbolo dell'agroalimentare italiano, ma la filiera di produzione e commercializzazione presenta alcune criticità strutturali che ho ritenuto di affrontare con decisione. Non c'è un'adeguata remunerazione degli olivicoltori, e questo dipende anche dalla scarsa trasparenza sull'origine del prodotto. Ciò impedisce una giusta valorizzazione della qualità dell'olio italiano. Ho condotto in questi mes…

Sicilia, con la crisi via 100 mila posti di lavoro!!!

CATANIA - Il prodotto interno lordo della Sicilia è diminuito l'anno scorso del 3%, contro una flessione di poco superiore al 2% a livello nazionale. Previsto un -1.4% nel 2013. Nell'arco del quinquennio 2008-2012 l'economia siciliana sarebbe dunque regredita a un tasso cumulato del 10% (-6,5% circa l'arretramento del Pil nazionale).
Sono alcuni estratti del 38/mo Report Sicilia, l'analisi previsionale sull'economia dell'Isola riguardo al secondo semestre 2012 e alle previsioni 2013 realizzati da Diste consulting per Fondazione Curella, presentato all'Università di Palermo alla presenza di Pietro Busetta, del presidente di Diste Alessandro La Monica, del preside di Economia Fabio Mazzola e dell'assessore regionale all'Economia Luca Bianchi.Il numero degli occupati nei processi lavorativi sarebbe sceso intorno a 1,4 milioni (-2,2% rispetto all'anno precedente), segnalando una perdita di oltre 30 mila posti di lavoro in un anno. Se si confro…

Sicilia, l'olio extravergine regala il primato

CATANIA - Sicilia sul podio per la produzione di olio d’oliva Dop e Ipg.
L’isola arriva terza in Italia. Rappresenta, infatti, il 14% della produzione nazionale, con 1.500 tonnellate di olio prodotto.
Prima la Toscana (4200 tonnellate), seconda la Puglia (2700). Trapani e Siena, inoltre, sono le province col maggior numero di oli a denominazione. In Sicilia i consorzi di tutela sono sei: Val di Mazara, Valle del Belice, Valli Trapanesi, Valdemone, Monte Etna e Monti Iblei. Tra questi, a spiccare, sono Monte Etna, Valli Trapanesi e Monti Iblei, in vista, in particolar modo per le esportazioni (tra il 55% e il 68% dei loro affari).
Però l’olio d’oliva risulta anche l’alimento più contraffatto con ricadute anche per produttori e consumatori. Il prezzo pagato agli agricoltori per il vero olio di oliva è crollato del 32 per cento anche per effetto degli inganni e delle frodi che danneggiano il settore e colpiscono produttori e consumatori".
Agostino Macrì, esperto per la Sicurezza a…

Si riduce il dazio aumentano le importazioni.

Meno dazi sull'import di uva e banane
Il nuovo accordo siglato dall'Unione europea favorirà i frutticoltori di Colombia e Perù


Continuano ad abbattersi le frontiere doganali sugli scambi commerciali che riguardano l'Unione europea. La commissione per il commercio internazionale del parlamento Ue ha infatti approvato con 20 voti favorevoli, 4 contrari e un'astensione la raccomandazione per il consenso del parlamento a una proposta di accordo commerciale dell'Unione europea con il Perù e la Colombia.
Grazie a ciò, non appena l'accordo entrerà in vigore, le parti elimineranno gradualmente i dazi doganali per l'importazione e l'esportazione, e i mercati dei servizi e degli appalti pubblici verranno liberalizzati.
La misura andrà a favore anche del comparto agroalimentare: saranno i frutticoltori di Colombia e Perù, e in particolare quelli che producono banane e uva, a beneficiare maggiormente dell'accordo con l'Unione europea, che consentirà di ridu…

Il reato più grave nel Unione europea, sul settore agricolo...(leggi)

Il contrabbando di aglio è uno dei crimini ortofrutticoli più redditizi in Unione europea. Colpa del dazio doganale del 9,5% sulle importazioni introdotto di recente, che ha presto causato un boom di importazioni illegali per evadere la tassa. Secondo l'Olaf (l'ufficio europeo antifrode) è la Cina (principale produttore di aglio, con una quota mondiale dell'80%) il paese protagonista di questo mercato nero, che si concentra soprattutto in Gran Bretagna, Italia e Polonia.
L'Olaf, tramite le parole di Pavel Borkvec, ha fatto sapere che «l'Ue ha già perso milioni di euro a causa del contrabbando illegale di aglio dalla Cina, per non parlare delle perdite indirette causate dalla competizione sleale e la perdita di quota di mercato da parte dei produttori dell'UE».L'aglio è solitamente contrabbandato tramite nazioni che non impongono una tassa doganale, ma che hanno degli accordi preferenziali con l'Unione europea. Ciò che permette di varcare i confini in ma…

Riforma settore Ortofrutticolo cosa cambierà

Un'analisi preventiva sulla riforma del settore ortofrutticolo. È quanto pubblichera la commissione europea all'agricoltura il mese prossimo, basandosi sulle 139 proposte ricevute in seguito a una consultazione pubblica lanciata lo scorso settembre per ottenere pareri in merito all'imminente, importante riforma.
A tale tematica il paese più attento è stato la Francia, con 33 proposte inviate, seguite dalle 26 della Spagna e dalle 19 dell'Italia. Relativamente bassi i numeri degli altri Stati membri, che comunque sommati insieme hanno portato al numero di 139.Per quanto riguarda i contenuti della consultazione, la maggior parte degli osservatori ritene fondamentale il ruolo delle organizzazioni dei produttori per lo sviluppo del settore ortofrutticolo: è dunque scontato che la riforma comunitaria terrà elevatamente conto delle migliorie a questi organi, poiché le stesse 139 proposte ritengono generalmente che l'attuale sistema delle op dovrebbe adattarsi al nuovo co…

Dalla Cina arrivano i mandarini

L'Europa è invasa da conserve di mandarini cinesi, e gli agricoltori invitano la commissione Ue a correre ai ripari. I produttori europei di mandarini, riuniti nel Copa e nel Cogeca, hanno infatti diramato un comunicato che chiede alla commissione europea all'agricoltura di «adottare immediatamente misure antidumping contro le importazioni di conserve di mandarini provenienti dalla Cina», poiché «il flusso di quelle importazioni sta avendo conseguenze devastanti sul mercato europeo», considerando che i costi di produzione nell'Ue sono quasi il doppio di quelli della Cina.Inoltre – aggiungono dal Copa-Cogeca – «quei prodotti non sono tenuti a rispettare le stesse regole e prescrizioni onerose, né tantomeno le stesse norme di sicurezza alimentare imposte in Ue». Se la situazione continuerà così, «le fabbriche saranno costrette a chiudere e gli agricoltori lasceranno il settore, causando maggiore disoccupazione nelle zone rurali, con il rischio di aggravare ulteriormente l…

Approvata PAC vediamola nei dettagli

riforma Pac si è infine conclusa. La commissione agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento europeo ha completato giovedì l'iter di approvazione delle modifiche alla riforma della Politica agricola comune (Pac) post 2014. Dopo la seduta del giorno precedente dedicata a pagamenti diretti, sviluppo rurale e Ocm unica, ieri mattina la sessione di voto si è conclusa con l'approvazione del "Regolamento orizzontale sulla gestione e sul monitoraggio della Pac".
Così Paolo De Castro, presidente della commissione Ue all'agricoltura, illustra i principali cambiamenti: «Le novità approvate prevedono l'introduzione di importanti strumenti di flessibilità per gli Stati membri. Per i paesi a programmazione regionale sarà possibile compensare le somme non utilizzate di uno o più programmi di sviluppo rurale con somme spese oltre tale limite da altri programmi (sempre di sviluppo rurale)».Per quanto riguarda i nuovi pagamenti diretti, tra le novità più importanti emerge i…

Aziende agricole siciliane, niente incentivi per chi......

"Alle aziende agricole che sfruttano i lavoratori non deve essere dato un solo euro di contributo pubblico", è quanto afferma il segretario della Flai Cgil Sicilia, Salvatore Tripi, dopo l'annuncio del presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, di volere dichiarare lo stato di crisi dell'agricoltura siciliana.
Il sindacato, denuncia, ''lo sfruttamento nella Piana di Gela, 40 euro al giorno per 8 ore di lavoro - che sta provocando la fuga dei tunisini, le paghe in certe aziende di 15 euro per 12 ore di lavoro.
''All'esecutivo regionale, il sindacato chiede, un nuovo ruolo del collocamento pubblico per il governo del mercato del lavoro in agricoltura, per evitare lo sfruttamento e lo schiavismo ed ancora la sigla rivendica, la costruzione di un sistema agro-alimentare produttivo e di qualità".

Sicilia, Riposto strisce blu affidate a un usuraio

La cooperativa Porto dell’Etna, assegnataria dal 2008 del servizio degli stalli a pagamento del comune ionico, era gestita di fatto dal pluripregiudicato Mario Di Bella. A lui finivano anche i soldi delle multe dei cittadini. Il gip, accogliendo le richieste della Procura, ha messo sotto sequestro le quote della società e sospeso il comandante della polizia municipale. Accusati di abuso d’ufficio e turbativa d’asta anche il primo cittadino Carmelo Spitaleri e un assessore per aver pilotato l’apposito bando, favorendo la ditta carente dei requisiti necessari
Il servizio delle strisce blu di Riposto affidato a una cooperativa che non aveva i requisiti di legge e di fatto gestita da un pluripregiudicato già condannato in via definitiva per usura. Responsabile, secondo la Procura della Repubblica di Catania, è il comandante della polizia municipale del centro ionico, Giuseppe Ucciardello, sospeso dalla sue funzioni. È sua la firma sul contratto che affidava la gestione degli stalli a pag…

Assessorato Agricoltura Sicilia "Rubati telefonini"

La polizia indaga su un furto all’assessorato regionale all’Agricoltura, in viale Regione Siciliana, a Palermo. I ladri la notte scorsa hanno rubato cento telefonini di servizio.

La denuncia è stata presentata questa mattina, quando al rientro dal week-end, i custodi hanno trovato una finestra danneggiata e non c’era più traccia dei cellulari.

Sul posto è intervenuta la polizia scientifica per eseguire i rilievi.

Il prezzo fa la differenza sull'olio, vediamo perché.

Come fa l’oliva a diventare olio? Semplice: in frantoio!!! Lo sanno tutti, anche i bambini. Ma questo percorso che dall’albero porta alla bottiglia ed ai nostri piatti, alle nostre zuppe, insalate o bruschette, non è poi, a pensarci bene, così semplice. Come si origina la qualità dell’olio extravergine di oliva? La qualità dell’olio extravergine di oliva si costituisce in campo, si mantiene al frantoio e, successivamente, si consolida con una corretta conservazione del prodotto. La conditio sine qua non per la qualità dell’olio è l’integrità del frutto al momento della trasformazione. E’ dunque necessario premettere che è impossibile produrre un olio di qualità partendo da una materia prima scadente, nemmeno utilizzando i più sofisticati procedimenti di estrazione; da qui discende la necessità di un’accurata selezione a monte dei frutti, al momento della raccolta, avendo ben presente che ogni difetto riscontrabile nel frutto influenzerà direttamente il risultato stesso della spremitu…

Il mondo sarà salvato dall'agricoltura

Un nuovo rapporto del Worldwatch Institute, “Organic Agriculture Contributes to Sustainable Food Security”, esamina la crescita di pratiche biologiche agricole nel mondo ed il loro impatto sulla sicurezza alimentare e l’ambiente. Le due autrici, Catherine Ward e Laura Reynolds, si fermano al 2010, l’anno più recente per il quale sono disponibili i dati, e scrivono che «L’agricoltura biologica ha rappresentato circa lo 0,9% del totale dei terreni agricoli in tutto il mondo. Mentre questa è ancora una quota minuscola, a partire dal 1999 la superficie coltivata biologicamente si è espansa ed è più che triplicata: 37 milioni di ettari di terreno sono ora coltivati con metodi organici, compresi i terreni che sono in fase di conversione dalle tradizionali pratiche agricole».
Tra il 2009 e il 2010 l’estensione di terra coltivata biologicamente è però sceso di un piccolo 0,1%, una diminuzione che è stata più forte in India e Cina, ma compensata da un ulteriore aumento del biologico in Europa…

Come cambia l'agricoltura tra 2013 al 2050

I cambiamenti nell’agricoltura dal 2013 al 2050

Come camberà l’agricoltura da qui al 2050? Quali saranno le sfide per i produttori di macchine agricole? Come si preparano in quest’ottica,le sfide attuali?
Attualmente ci sono 7,1 miliardi di persone che vivono sul nostro pianeta e la natalità è di circa 160 bambini al minuto. Secondo le attuali conoscenze mediche, si può presumere che entro il 2050 la popolazione mondiale salirà a 9 miliardi di persone.
Tuttavia, è stato dimostrato che la produzione alimentare attuale del mondo è appena sufficiente a riempire tutte le bocche affamate. Per eradicare la fame del mondo, la produzione deve essere raddoppiata.
Le sfide risultanti per l’agricoltura moderna sono grandi. Per produrre la quantità richiesta, attrezzature agricole più grandi edfficienti sono necessarie. Inoltre, come i combustibili fossili si stanno esaurendo, i prossimi veicoli agricoli dovranno funzionare con meno carburante o con combustibili alternativi. La carne darà un prod…

Crocetta rivoluziona l'assessorato all'ambiente e territorio

Nuovo maxi trasferimento alla Regione siciliana. Questa volta, il provvedimento del governatore Rosario Crocetta, colpisce una novantina tra dirigenti e funzionari dell'assessorato all'Ambiente e Territorio, dove la giunta ha scoperto migliaia di pratiche e autorizzazioni bloccate da tempo con "ritardi inspiegabili".
"I provvedimenti sono in corso - dice Crocetta - Il personale sarà a disposizione della Funzione pubblica per altri incarichi". I dirigenti trasferiti sono sette (4 quelli che rimangono nelle loro funzioni e prenderanno ad interim i posti vacanti) una ottantina i funzionari. Il trasferimento riguarda il 30% del personale di ogni ufficio dell'assessorato Ambiente."C'e gente che sta in quei posti da decenni, hanno fatto le radici eppure abbiamo scoperto che ci sono 3 mila autorizzazioni Via-Vas", afferma Crocetta. Il governatore ha motivato la decisione "per il mal funzionamento dell'amministrazione, nessuno li criminal…

PAC l'abbiamo migliorata in commissione EU

In occasione del voto in Commissione agricola del Parlamento europeo (Comagri) sugli emendamenti alla riforma della Politica agricola comune (Pac), il suo Presidente Paolo De Castro ha concesso un’intervista ad Agronotizie.
Per spiegarci cosa cambia per i produttori, grazie alle modifiche introdotte dal Parlamento rispetto alla proposta originaria della Commissione.
Ma anche per fare il punto sul destino della riforma, che nei prossimi mesi dovrà passare attraverso l’assegnazione delle risorse e il voto nella sessione plenaria del Parlamento stesso.

Quali, tra gli emendamenti votati, hanno maggiore impatto sugli agricoltori italiani? In quali ambiti quel che propone il Parlamento europeo è più favorevole agli agricoltori italiani rispetto alla proposta iniziale della Commissione?

"Con questa nostra maratona di voti (8mila emendamenti, ridotti a 200 di compromesso) abbiamo sensibilmente migliorato la proposta della Commissione europea, una proposta che preoccupava gli agricoltori,…

Catania: Un piano per Librino, il sindaco i soldi ci sono!

CATANIA - Dura replica del sindaco Stancanelli agli esponenti politici del centrosinistra cittadino, che ieri hanno parlato di rischio finanziamenti per il piano di riqualificazione di Librino. "Nel maldestro tentativo di offuscare i positivi risultati che l'Amministrazione Comunale sta ottenendo con importanti finanziamenti nei settori della mobilità sostenibile, dello sviluppo tecnologico e delle infrastrutture, taluni esponenti politici non si fanno scrupolo di mistificare la realtà con indegne falsità. E' il caso del Piano Città del Ministero per le infrastrutture che ha visto Catania premiata per le eccellenti progettazioni di "Librino quartiere motore" e invece utilizzato ad arte per mettere in giro false voci di inesistenti perdite di finanziamenti che sanno tanto di lacrime di coccodrillo".

"E nell'interesse dei cittadini, per sgomberare il campo dalle speculazioni preelettorali, diciamo subito che i 13,7 mln di euro attribuiti al Comune f…

La Patente agricola, diciamo a cosa serve.

Molta agitazione qui in Sicilia per la cosiddetta "Patente Agricola".Alla vista, corsi di formazione da effettuare e pagare di tasca (circolano cifre da 80 a 250€), oltre alle temute possibili contravvenzioni stradali.

Vediamo un po' come stanno le cose:

In primis, non si tratta di una patente ma di una semplice abilitazione per gli operatori. Ciò come vedremo ha dei riflessi importanti.

QUI trovate il testo della normativa che introduce l'abilitazione- Accordo 22 febbraio 2012 - Individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori (art. 73, comma 5, d.lgs. 81/2008).

Di seguito le parti della normativa che più ci interessano e per le quali c'è una certa confusione.
Per quali mezzi agricoli è necessaria l'abilitazione? Secondo alcuni non sarebbe necessaria per mietitrebbie, vendemmiatrici e macchine agricole simili.

f) Trattori agricoli o forestali: qualsiasi trattore agricolo o forestale a ruote o ci…

L'impianto ulivi in Sicilia

L'IMPIANTO DELL'OLIVETO
La sistemazione del terreno ha una importanza fondamentale nell'impianto di un oliveto specializzato; non c'è nulla di più nocivo per l'albero che un terreno duro e asfittico (cioè senza aria e con umidità ristagnante) in quanto ogni danno al sistema radicale si ripercuote su tutta la pianta. li terreno dovrebbe essere preparato con cura e sottoposto a una profonda ripuntatura allo scopo di rompere lo strato compatto e instaurare una circolazione d'acqua e di aria; se il drenaggio è scarso bisogna intervenire subito. Inoltre, il terreno, deve essere ben livellato e spianato. Lo scasso deve essere continuo su tutta la superficie e fatto alla profondità di almeno 80-100 cm. Se ciò non è possibile per la giacitura del terreno e/o per la convenienza economica è necessario eseguire o uno scasso lineare, realizzando fossati a trincea lungo la fila dell'impianto, o uno scasso a buca con fosse di m 1 x 1 x 1. Il lavoro di scasso va fatto in …

La potatura degli ulivi in Sicilia

Per illustrare le cose da fare abbiamo scelto un ulivo facile, piccolo e senza grossi problemi, potato da professionisti della potatura due anni fa.
La prima cosa da fare dopo una prima valutazione delle difficoltà di massima è avvicinarsi al tronco ed osservare la situazione dall'interno.Avvicinandosi ancora si vedono benissimo i succhioni (rami maschi a legno molto vigorosi) che si sono sviluppati verso l'alto e verso l'interno.Cominciate a tagliare tutto ciò che sta all'interno, che si rivolge verso l'alto o che sta troppo in alto.
Quando tagliate, tagliate i rami radente al tronco, possibilmente vicino a quella linea scura che segna il luogo di nascita del nuovo ramo, non lasciate "nasi"...
Dalla base di ogni "naso" erroneamente lasciato spunteranno una selva di nuovi rametti come risposta automatica al taglio che l'anno dopo vi costeranno decine di sforbiciate e minuti di lavoro che si sarebbero potuti evitare.Dopo l'eliminazione d…

Il comune più ricco e quello più povero regione per regione

Redditi: il comune più ricco e il più povero Regione per Regione
30 giugno 2012 19:22 | Pubblicato da Peppe Caridi condividi su

I redditi dichiarati non differiscono solo da un’area all’altra del Paese ma anche all’interno della stessa Regione. Ecco una scheda con i Comuni delle varie Regioni dove si dichiara di piu’ o dimeno. I dati sono gli ultimi a disposizione (2011 su anno di imposta 2010 e sono elaborazioni delle tabelle del ministero dell’Economia (Fonte: Universita’ degli Studi della Tuscia, Dipartimento di Economia ed Impresa).
Di seguito l’elenco con i comuni più ricchi e più poveri di ogni Regione, più la differenza della percentuale del reddito medio piu’ alto e del reddito medio piu’basso:
VALLE D’AOSTA Gressoney Chamois 27.376 17.513 +56,3%
PIEMONTE Pino Torinese Elva 41.316 11.910 +246,9%
LIGURIA Pieve Ligure Carpasio 35.665 14.947 +138,6%
LOMBARDIA Galliate Lomb. Cavargna 74.744 12.400 +502,7%
VENETO Treviso Zoppe’di Cadore 29.464 13.834 +112,9%
TRENTINO A.A. Brunico …

Indennità ai deputati siciliani, più ricchi di Obama

CATANIA - C’è qualcuno che guadagna più di deputati e senatori, ma anche di un governatore americano per esempio. Non parliamo di manager o imprenditori, ma di altri stipendiati (profumatamente) con soldi pubblici: sono i deputati siciliani.
I conti li fa Gian Antonio Stella che a sua volta riprende un’inchiesta di Giacinto Pipitone sul Giornale di Sicilia. Scrive Stella: “Facciamo le somme? Un deputato regionale semplice senza un solo incarico supplementare e residente a Palermo riceve di fatto, ogni mese, 14.808 euro netti. Cioè 177.696 l’anno, quasi 11 volte di più del reddito pro capite siciliano, che oggi è pari a 66% di quello medio europeo. Numeri sconcertanti. Tanto più se messi a confronto con una tabella del Sole 24 Ore sul rapporto tra l’indennità di base dei vari parlamentari e il Pil pro capite dei vari Paesi europei. Tabella da cui emerge, per fare qualche esempio, che questa indennità è solo del 2% superiore al prodotto interno lordo individuale medio in Lussemburgo, de…

Obiettivi di spesa in agricoltura siciliana

Il successo ottenuto dal PSR Sicilia, con gli obiettivi raggiunti nel 2012, dà una solida base per le attività dell’Assessorato regionale delle Risorse Agricole e Alimentari per il 2013. In vista della nuova programmazione PSR Sicilia 2014-2020 le attività saranno rivolte ad effettuare un’analisi dei fabbisogni del territorio, anche sulla base della notevole esperienza raggiunta con il PSR 2007-2013, per mettere in atto una serie di attività propedeutiche alla definizione delle priorità e al raggiungimento degli obiettivi individuati in sede europea. Nel 2013 proseguiranno anche le attività del Piano di comunicazione del PSR Sicilia 2007- 2013. Oltre ad informare i potenziali beneficiari del programma, nonché in generale i portatori di interessi nel settore e i cittadini, si porteranno avanti, nello spirito del Piano, iniziative per coinvolgere i giovani e il sistema scolastico siciliano, rivolte agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado della regione. Riguardo la crisi credi…

Durex premia la città che fà più l amore, trovi Catania

durex premia la citta' italiana che fa di piu' l'amore con il titolo di loveville: c'e' anche catania
„Durex dà il via, dal 15 gennaio al 15 marzo, alla prima battaglia nazionale dell'amore. In gara 15 tra le principali città italiane - Milano, Roma, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Catania, Verona, Trieste, Lecce, Cagliari e Pescara - per il titolo di Loveville 2013: la città italiana che fa di più e meglio l'amore.
La battaglia per il titolo di Loveville si combatte, oltre che sul territorio con l'acquisto di prodotti legati al sexual wellbeing, anche sul sito www.loveville.it. Qui gli utenti potranno schierarsi nell'esercito della propria città, accumulare punti che determineranno i diversi gradi di partecipazione (soldato semplice, Maggiore, Capitano, Colonnello e Generale) con i relativi riconoscimenti ed infine incontrare virtualmente, attraverso la Love Chat, altri Love Soldiers con cui allearsi per avere più chance di…

Sigenco società appaltante metro Catania rischia il fallimento

Abbattuto l’ultimo diaframma della tratta della metropolitana Borgo-Nesima. Ma i lavori lungo la circonvallazione sono stati nelle ultime settimane al centro della cronaca per l’inchiesta della Procura di Catania sul presunto utilizzo di cemento depotenziato. Intanto la città etnea riceve la maglia nera per la mobilità alternativa. Troppe auto, pochi autobus e anche sul fronte bici non va molto bene
I suoi lavori sono iniziati alla fine del 1986, ma per l’inaugurazione del primo tratto si è dovuto attendere giugno 1999. E’ la metropolitana di Catania che finora è in funzione su una linea da 3,8 chilometri e sei stazioni. Ma gli imponenti scavi vanno avanti, con l’abbattimento – ieri – dell’ultimo diaframma della tratta Borgo-Nesima. Nel frattempo, nelle ultime settimane i lavori lungo il sottosuolo della circonvallazione sono stati al centro della cronaca per l’inchiesta della Procura etnea sul presunto utilizzo di cemento depotenziato. Tra le ipotesi di reato vi sono anche truffa e …

Spese pazze alla SIAN braccio operativo dell'AGEA

Il SIAN (sistema informativo agricolo nazionale) è il braccio operativo informatico di AGEA. Tutti nostri dati aziendali, le nostre pratiche informatizzate, le mappe digitalizzate dei terreni e delle colture, oltre a centinaia di altri servizi sono gestiti o passano dal SIAN. Non vorrete negare ai suoi dirigenti qualche botta di vita pagata con le carte di credito dell'ufficio? Ma che vi costa? Un altro giro di valzer sul Titanic, non si nega a nessuno.


Le spese folli dei capi
di Primo Di Nicola
Profumi, giocattoli, cinema e vacanze per due dirigenti. Tutto pagato con i soldi di Sian, società controllata e finanziata dal ministero. Insomma, a spese nostre. Ed esplode lo scandalo. Cosa c'entra l'acquisto di profumi o di giocattoli con la gestione dei servizi informatici per lo sviluppo dell'agricoltura? Per non parlare delle enoteche, dei ristoranti glamour, dei biglietti per traghetti e delle liste di nozze. Performance che richiamano le spese pazze con fondi pubblici…

Truffa a Catania a poste e assicurazioni

23/01/2013 11:46
Truffa a poste e assicurazioni
Dieci arresti a Catania

RAGUSA - Una truffa da 360mila euro è stata scoperta dalla polizia stradale di Ragusa e Catania che ha arrestato 10 persone, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare che dispone i 'domiciliari' per 7 degli indagati.

Secondo l'accusa, la banda fingendo essere piloti di compagnie aeree e utilizzando documenti falsificati acquistavano auto e moto di grosse cilindrate con un prestito, e dopo avere pagato le prime rate, le rivendevano a privati a prezzi fuori dal mercato.

Con questo meccanismo avrebbero truffato diverse concessionarie e 8 finanziarie. Frodate anche 8 banche e un ufficio delle poste, utilizzando 11 carte di credito rubate a stranieri. Le indagini della polizia stradale, avviate dopo la denuncia di una concessionaria di fuoristrada di Ragusa, sono state coordinate dal procuratore aggiunto di Catania, Michelangelo Patanè.

La verità sul Arsea

PUBBLICATO IL 20 GENNAIO 2013 · IN ARTICOLI, IN EVIDENZA
In questi giorni abbiamo avuto modo di affrontare la discussione sulla chiusura dell’ARSEA, Agenzia Regionale Siciliana per le Erogazioni in Agricoltura, un organismo che si dovrebbe occupare di smistare agli agricoltori aiuti e contributi provenienti dall’Unione europea.
L’ARSEA, viene istituita tramite l’art. 60 della legge regionale 2006 n. 14, recependo la normativa nazionale che prevede l’istituzione di un organismo pagatore per le erogazioni in Agricoltura all’interno di ogni regione (art.3 comma 3 d.lgs 165/99).

Il primo direttore generale viene nominato nel 2009, Ugo Maltese, e successivamente, a seguito di dimissioni, nel Maggio 2012 viene nominato Claudio Raciti, consulente dell’impresa agricola della moglie di Lombardo, Saveria Grosso, ed ex candidato Mpa.

Il Pdl ha presentato dapprima una mozione per la soppressione del suddetto Ente, ma successivamente, a seguito della richiesta dell’Assessore Cartabellotta di prend…

PAC si avvicina la fine

La riforma della Politica Agricola Comune è ad un punto di svolta: domani e giovedì, la commissione per l’agricoltura e lo sviluppo rurale del Parlamento europeo voterà le quattro relazioni cardine che daranno forma alla nuova PAC. Affronteremo i temi riguardanti i pagamenti diretti agli agricoltori, il sostegno allo sviluppo rurale, l’organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli e la definizione del finanziamento, della gestione e del monitoraggio della PAC. Questi ultimi temi sono l’oggetto della risoluzione di cui sono relatore.
Il voto di domani e giovedì è un passaggio importante che segnerà il percorso della riforma prima di essere votata dal Parlamento europeo in seduta plenaria. Il lavoro che ci ha condotti fin qui è partito dalla proposta della Commissione, emendata dal Parlamento con oltre 7mila proposte di modifica. In questi mesi, abbiamo lavorato intensamente per ridurre la mole di emendamenti ed individuare delle posizioni di compromesso tra i diversi gruppi p…